Continua la crescita del settore turistico

0
254
La futura sede dell'OTR di fronte alla stazione di Capolago.

Pernottamenti in crescita, importanti progetti infrastrutturali e ripresa degli investimenti grazie ai fondi di pubblica utilità erogati da Casinò Admiral alla partecipata NCKM SA. Sono significativi i dati che emergono dal rapporto di attività 2023 dell’Organizzazione turistica regionale del Mendrisiotto e Basso Ceresio (OTRMB) illustrati durante l’assemblea ordinaria primaverile svoltasi mercoledì a Mendrisio e che confermano l’attrattività della regione più meridionale del Ticino.
I presenti hanno ratificato la nomina del Consiglio di Amministrazione per il quadriennio 2024-208 che vede la riconferma del presidente Moreno Colombo, affiancato da Andrea Incerti, Fausto Medici, Luca Binzoni, Nicole Bertoldo, Claudio Panzeri e dalla nuova eletta Katia Cometta.
L’intervento del presidente ha sottolineato in prima battuta lo sviluppo, negli anni del post Covid, di progetti a carattere sia pubblico sia privato che hanno contribuito in maniera ragguardevole a rinnovare l’offerta ricettiva all’interno del comprensorio.
La realizzazione della nuova sede di OTRMB di fronte alla stazione di Capolago è ritenuta di rilevanza strategica: Moreno Colombo ha ricordato che, parallelamente, occorrerà organizzare la vendita dell’immobile di via Maspoli a Mendrisio.

Affrontare il 2023, ha spiegato all’assemblea la direttrice dell’OTR Nadia Fontana Lupi, ha richiesto una buona preparazione, nell’ottica di impiegare al meglio i fondi di pubblica utilità versati dall’Admiral alla NCKM SA. I progetti finanziati grazie a questi fondi, ha affermato, “sono stati particolarmente importanti e ci hanno permesso di dare una sterzata positiva all’immagine della regione, oltre a sgravare la contabilità ordinaria”. Tra questi, sono stati menzionati la nuova impaginazione dell’itinerario tra i vigneti di Pedrinate e il completamento dei contenuti della App “La Regione da scoprire” con l’itinerario del Parco archeologico di Tremona.
Si è rivelata pagante anche la collaborazione con Ticino e Svizzera Turismo: sono state numerose nel periodo preso in esame le visite di influencer e media nella nostra regione.

I turisti scelgono l’hotel
Come già anticipato, è positivo il risultato dello scorso anno per quanto concerne il numero dei pernottamenti. Il 2023 si è illustrato per un’ottima affluenza di turisti nel settore alberghiero, seguendo il trend positivo del biennio 2021-2022 grazie anche all’apertura nel comprensorio di nuove strutture ricettive. In raffronto al periodo pre-pandemico il risultato è superiore del 40%. L’ampiezza della riuscita è ancora più indicativa dando uno sguardo all’ultimo decennio: se nel 2014 i pernottamenti in hotel 4-5 stelle erano stati poco più di 10 mila, lo scorso anno si è superata la barriera dei 29 mila.
Una situazione diversa è invece quella presentata dai campeggi; il risultato del 2023 è inferiore di quasi 3’000 pernottamenti rispetto all’anno precedente pur superando i numeri del 2019, ultimo anno prima dell’emergenza Covid.
Ostelli, capanne e alloggi di gruppi hanno fatto segnare una crescita.
I mercati di riferimento della nostra regione sono Svizzera, Italia e Germania. I turisti svizzeri rappresentano la fetta più consistente, nonostante nel post-pandemia siano in flessione; in aumento, invece, rispetto al 2022 i visitatori italiani e tedeschi. Puntando lo sguardo a orizzonti più lontani, si sta lavorando in particolare alla promozione del territorio nel mercato indiano.

Semaforo verde ai conti
Tornando alle cifre, l’assemblea ha dato luce verde al consuntivo che presenta un avanzo d’esercizio di poco superiore ai 20 mila franchi. Il risultato della gestione relativa ai fondi di pubblica utilità presenta una spesa di 405 mila franchi a fronte di un incasso di pari importo.
Nel corso dei lavori sono stati anche messi in luce due importanti traguardi: i venti anni di attività della direttrice Nadia Fontana Lupi e il raggiungimento dei 35 da parte di Serena Moratti.