Zali: una misura salva Mendrisiotto

0
1349

On. Zali, in quale misura l’applicazione della tassa di collegamento, unitamente  alla nuova offerta di trasporto pubblico del Mendrisiotto, porterà benefici alla viabilità nel nostro comparto?

“Un’offerta competitiva di trasporto pubblico viene accolta positivamente dall’utenza. Lo dimostra, per esempio, il bilancio positivo del primo anno di esercizio del Piano del Trasporti del Bellinzonese. A maggior ragione, mi aspetto che nel Mendrisiotto venga raccolta ancora di più da chi ne usufruisce, considerato che qui si circola con maggior difficoltà rispetto al Bellinzonese. Quanto alla tassa di collegamento, non credo all’equazione – tutta da dimostrare – più strade, più traffico. Credo piuttosto all’equazione meno posteggi, meno traffico.
Di conseguenza, dalla sola tassa di collegamento non mi aspetto miracoli in quanto, come già detto più volte, nessun provvedimento adottato singolarmente può fare la differenza. Al contrario, solo un insieme di misure può provocare dei miglioramenti. Al proposito ricordo che non intendiamo far sparire il traffico, bensì ricondurlo a dei livelli accettabili. Dalla tassa di collegamento mi attendo, innanzitutto, la minore attrattività dell’uso dell’automobile perché, proprio nel Mendrisiotto, i nostri conteggi hanno dimostrato che è endemica la gratuità del posteggio per i lavoratori. Questi spostamenti sistemici non vengono in nessun modo disincentivati perché praticamente tutti hanno il posteggio gratuito. Nel momento in cui il posteggio cesserà di essere gratuito, tanto maggiore sarà la tassa percepita sui posteggi dei dipendenti, tanto più grande sarà l’effetto. Perché è solamente con un disincentivo finanziario che si ottiene il cambiamento di mentalità.”ll nuovo Piano dei trasporti del Mendrisiotto era inizialmente vincolato alla tassa di collegamento. In seguito si è riusciti a svincolarlo…
“La situazione viaria del Mendrisiotto mi sta a particolarmente a cuore. Era importante che anche il distretto di Mendrisio avesse un trasporto pubblico migliore, efficiente. Le difficoltà finanziarie hanno indotto a vincolare questa introduzione alla tassa di collegamento. Il fatto che, almeno nel principio, essa fosse stata accolta l’anno scorso, ha permesso comunque al Consiglio di Stato di anticipare la propria promessa e, di conseguenza, di concedere questa importante misura a favore del Mendrisiotto prima dell’effettiva entrata in vigore. Adesso si confida che il Parlamento vorrà fare la sua parte e concretizzare il principio che esso stesso ha adottato nel 2014.”I riflettori sono dunque puntati sull’ultima sessione parlamentare dell’anno che, come accennato, prenderà avvio lunedì 14 dicembre prossimo; all’ordine del giorno come primo tema ci sarà proprio la tassa di collegamento.
A cura del Dipartimento
del territorio del Canton Ticino