Le cure di Stabio per il fiume Laveggio

0
1591

A Stabio è un obiettivo della legislatura corrente la valorizzazione delle zone di scorrimento del fiume Laveggio, nel comparto delimitato sulla sponda sinistra dalla zona industriale, sulla sponda destra dalla zona naturale e agricola della Prella di Genestrerio. Il Municipio ha pubblicato nei giorni scorsi il relativo messaggio, proponendo al Consiglio comunale un credito quadro 2022 – 2024 di 300 mila fr. L’obiettivo principale è di rendere più accessibile il corso d’acqua che entra a Santa Margherita per gettarsi nel lago a Riva San Vitale. In generale, oggi, gli argini non sono un bel vedere: fabbriche, capannoni diroccati, depositi costruiti negli ultimi cinquant’anni per lo sviluppo della nostra regione celano alla vista diversi tratti del Laveggio, sminuendone il valore naturalistico.

“L’obiettivo di questo progetto è chiaro, osserva il sindaco Simone Castelletti: vogliamo riqualificare una parte importante del nostro paese, così da salvaguardare i valori naturali (acqua, vegetazione, flora, fauna) pensando anche al valore che queste opere avranno per l’intero Mendrisiotto. Interventi significativi di riqualifica che permetteranno alla popolazione di fruire di nuovi spazi verdi”.

Continua a pag. 3