Un archivio grafico nel polo culturale di Chiasso

0
87
La presentazione al m.a.x. museo di Chiasso.

“Presento ufficialmente questo progetto radicato e importante, che aggiunge caratura al Centro Culturale di Chiasso: il CIAG, ovvero il Centro Internazionale d’Arte e Grafica”. È con queste parole che la direttrice del m.a.x. museo e di Spazio Officina a Chiasso, Nicoletta Ossanna Cavadini, ha presentato alla stampa la mostra “Archivi Grafici” e il CIAG. “Negli ultimi 50 anni la grafica è cambiata notevolmente, si potrebbe paragonare alla rivoluzione industriale, ed è proprio per questo motivo che è fondamentale poter disporre di un archivio. E proprio il nuovo Centro Internazionale d’Arte e Grafica – situato in via Dante Alighieri 10 a Chiasso – mette a disposizione di tutti gli interessati la possibilità di consultare gli archivi parziali o completi di graphic designer di fama internazionale. Quindi non si vedranno solo le opere complete, bensì si potranno meglio capire come questi artisti elaboravano e realizzavano i loro capolavori” ha concluso la direttrice.

L’apertura del Centro Internazionale d’Arte e Grafica si terrà domani, 8 giugno, alle 18 al Cinema Teatro in concomitanza con il vernissage della mostra “Archivi grafici/ Graphic Archives: Franco Grignani, Lora Lamm, Heinz Waibl, Giovanna Graf, Simonetta Ferrante, Bruno Monguzzi, Orio Galli, Vito Noto”, ospitata al m.a.x. museo e che presenta una selezione di circa 300 opere custodite negli importanti Archivi grafici del Centro Culturale Chiasso, costituiti nel corso di questi anni grazie a lasciti di artisti e graphic designer di fama, oltre che ad acquisizioni di opere d’arte effettuate da amanti dell’arte e filantropi, nonché dall’associazione Amici del m.a.x. museo. Questo considerevole patrimonio ha dato vita a una collezione che oggi rende il Centro Culturale Chiasso un polo attrattivo a livello svizzero e internazionale per i temi legati alla grafica, al design e alla comunicazione visiva. Gli archivi sono costituiti da decine di migliaia di opere, una selezione particolarmente significativa delle quali è appunto oggetto della mostra al m.a.x. museo. Le opere esposte sono quelle di otto fondamentali figure di graphic designer che costituiscono punti di riferimento internazionale: Franco Grignani, Lora Lamm, Heinz Waibl, Giovanna Graf, Simonetta Ferrante, Bruno Monguzzi, Orio Galli e Vito Noto. La mostra rappresenta quindi un momento significativo per far comprendere al pubblico quanto questi Archivi siano utili testimonianze di pagine fondamentali nella storia della grafica sull’asse di riferimento culturale Zurigo-Milano, facendo di Chiasso un polo importante nell’ambito del graphic design e della cosiddetta cultura dello “swiss design”. Il 9 giugno poi, dalle 10 alle 12 sarà possibile visitare il CIAG: saranno presenti la direttrice Nicoletta Ossanna Cavadini e due giovani ricercatori che hanno collaborato con il museo per le attività di schedatura degli archivi grafici, sarà poi offerto un rinfresco.