Virtual Tour per i trasparenti delle Processioni storiche

0
181
Un momento carico di emozione della Processione del Giovedì Santo.

Il reclutamento dei personaggi è avvenuto senza intoppi e con iscrizione anche online. Viene proposto il Virtual Tour per apprezzare trasparenti e chiese. La decisione sui mori viene rinviata a dopo Pasqua. Sono questi i tre elementi cardine della conferenza stampa in corso questa mattina a Mendrisio. L’incontro con i media è volto a presentare l’edizione 2024 delle Processioni della Settimana Santa a Mendrisio.

Il Virtual Tour permette di “camminare” lungo le vie di Mendrisio scoprendo i “trasparenti” e le chiese. Si coniugano così ancora una volta i due concetti che caratterizzano la promozione delle Processioni della Settimana Santa a Mendrisio: tradizione e innovazione. Le Processioni della Settimana Santa si svolgeranno giovedì 28 e venerdì 29 marzo con partenza dalla Chiesa di San Giovanni e seguiranno l’abituale percorso circolare che raggiunge la Chiesa dei Cappuccini, proponendo due sfilate distinte e particolari. Nelle sere del 28 e del 29 marzo un servizio navetta permetterà di raggiungere dalle Piscine e dalla Chiesa di San Martino il quartiere di San Giovanni dalle 19.30 alle 23.15. In via Lavizzari sono inoltre previsti alcuni parcheggi per portatori di handicap.
L’affissione lungo le vie del Centro, coordinata dal Museo d’arte in collaborazione con l’Ufficio Tecnico del comune, è terminata e i “Trasparenti” potranno essere ammirati passeggiando lungo il percorso delle Processioni fino all’8 aprile. I preziosi “Trasparenti” realizzati dal Bagutti, sono esposti nella Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, come avviene ormai da qualche anno a questa parte. Nella Chiesa di San Giovanni, per il terzo anno consecutivo, è stata nuovamente montata ed è apprezzabile la presenza dell’Ancona, restaurata nel 2019-2020, fino al 8 aprile.

Il portale delle Processioni, grazie alla preziosa collaborazione del personale di OTRMBC (Organizzazione Turistica Regionale Mendrisiotto e Basso Ceresio), è stato rinnovato e aggiornato per permettere di accedere più facilmente a molte preziose informazioni. È stato inserito sul sito l’itinerario in 3D realizzato lo scorso anno che permette di visionare il percorso. Sul portale anche il book fotografico realizzato con gli scatti di Heinz Plenge. Il Museo d’arte di Mendrisio sarà aperto con orario continuato 10 – 17 per il giovedì 28 e il venerdì 29 marzo. Il Gazebo, con l’esposizione dei costumi della Processione del Giovedì Santo, presente nel cortile del Museo d’arte da una decina di anni a questa parte, sarà aperto al pubblico dal 25 al 27 marzo. Per coloro che desiderano assistere alle sfilate seduti in piazza del Ponte, sarà allestita una grande tribuna a pagamento. I biglietti sono in vendita all’Infopoint di Mendrisiotto Turismo in stazione a Mendrisio e all’Infopoint che sarà allestito in Piazza del Ponte mercoledì 27 marzo dalle 14 alle 18, Giovedì Santo e Venerdì Santo dalle 14 alle 23.
Il presidente della Fondazione Processioni Storiche, Gabriele Ponti, ha segnalato che il reclutamento dei personaggi per l’edizione 2024 si è svolto senza particolari problemi, ricordando che, per il terzo anno consecutivo, la Fondazione ha scelto di proporre l’iscrizione online per presentare la propria candidatura, sia per il Giovedì, che per il Venerdì Santo. Una proposta che conferma la volontà della Fondazione di avvicinare chiunque sia interessato a fare vivere e a tramandare questa tradizione vivente, rendendo la procedura d’iscrizione ancora più chiara e trasparente grazie al nuovo regolamento redatto nel 2023 e pubblicato sul sito. Il riscontro ottenuto con le iscrizioni online del 2024 è stato molto soddisfacente sia per quanto concerne il Giovedì che il Venerdì e questo riscontro conferma l’apprezzamento per l’apertura della comunicazione in merito alle iscrizioni, che fino a qualche anno fa avvenivano solo per contatti diretti.
L’innovazione ha così sostenuto la tradizione come è stato dichiarato essere nelle intenzioni della Fondazione, quale segno evolutivo caratteristico di una tradizione vivente, con l’obiettivo di permettere alle future generazioni di avvicinarsi e potere diventare parte attiva del futuro delle Processioni. Il tema dei “mori” che nelle intenzioni della Fondazione avrebbe dovuto essere introdotto in occasione di questa conferenza stampa, tra le informazioni dedicate alle novità e all’inclusività, non è stato affrontato in quanto al momento non vi sono novità tali da doverne dibattere. Il tema, come già annunciato dalla Fondazione, sarà ripreso dopo la Pasqua. Nelle zone d’accesso al percorso delle Processioni, sarà possibile fare delle devoluzioni volontarie, che sono da considerarsi un contributo fondamentale all’importante sforzo organizzativo. La meteo condizionerà lo svolgimento delle due Processioni. Per questo motivo, il Giovedì alle 16 e il Venerdì alle 14, saranno rilasciati due comunicati stampa per confermare o cancellare la rispettiva sfilata serale. In caso di cattivo tempo e dell’annullamento della Processione del Venerdì Santo, la Fondazione conferma che è stato previsto, in collaborazione con l’arciprete don Claudio Premoli, di organizzare una cerimonia particolare nella Chiesa Parrocchiale, a partire dalle 20.30. Un’innovazione introdotta a partire dal 2021.
Tutte le informazioni relative agli eventi collaterali e ai dettagli relativi alle Processioni sono consultabili sul sito: www.processionimendrisio.ch