La Perfetta per ora inattivata

0
216
Per ora il fabbisogno per l’alloggio dei richiedenti l’asilo attribuiti al Canton Ticino è stato colmato facendo capo alle strutture ordinarie o a quelle a lungo termine. Alla Perfetta di Arzo, disponibile fino al 29 febbraio 2024, a giorni si prevedono i primi arrivi. “Sono oltre 540 le attribuzioni, più del 2022, di cui 120 minorenni non accompagnati”.

La Perfetta di Arzo per ora può attendere. La struttura avrebbe dovuto (ri)aprire i battenti lo scorso 1° novembre per l’accoglienza dei richiedenti l’asilo ma per ora è rimasta inutilizzata, nonostante la pronta risposta da parte delle autorità comunali alle richieste di attribuzione – il Municipio di Chiasso, proprietario della struttura, e l’Esecutivo di Mendrisio, territorio in cui sorge l’edificio. Abbiamo chiesto lumi e una fotografia della situazione attuale a Renzo Zanini, capoufficio dei richiedenti l’asilo e dei rifugiati del Dipartimento della sanità e della socialità.
A cosa è dovuto il ritardo o la mancata occupazione di oltre un mese? Ci saranno costi supplementari per la mancata utilizzazione?

“La struttura de La Perfetta è a disposizione per l’alloggio di persone afferenti al settore dell’asilo attribuite al nostro Cantone dal 1. novembre al 29 febbraio 2024. Essa è utilizzata quale soluzione temporanea in attesa che le persone possano essere accolte nelle strutture ordinarie o in altre strutture che potranno accoglierle a lungo termine. Sino alla fine di novembre non è stato necessario far capo a La Perfetta in quanto è stato possibile collocare tutti i nuovi arrivati in queste ultime strutture”.

L’emergenza dei rifugiati è dunque venuta meno? Si è optato per altre soluzioni? Può fornire qualche dato sui flussi migratori attuali che si riflettono sui bisogni dei futuri ospiti di Arzo?
“No, i numeri sono ancora elevati. Il totale delle attribuzioni si situa oggi (inizio dicembre 2023) a oltre 540, più del totale del 2022, di cui oltre 120 minorenni non accompagnati. Al momento attuale è ancora possibile far fronte agli arrivi grazie agli alloggi destinati all’accoglienza a lungo termine delle persone afferenti al settore dell’asilo”.

Quando pensa che potranno entrare i rifugiati alla Perfetta di Arzo? Quali i numeri e il fabbisogno? Nelle scorse settimane si parlava di famiglie afghane e turche e di alcune persone sole per un totale di circa una sessantina di persone: è ancora questo il quadro?
“La Perfetta dovrebbe essere occupata dagli inizi di dicembre. Considerate le qualità della struttura questa dovrebbe ospitare famiglie, provenienti in prevalenza da Turchia e Afghanistan”.

La crisi israelo-palestinese, in corso dallo scorso 7 ottobre, ha ripercussioni sull’emergenza di nuovi arrivi?
“Per il momento a livello svizzero non è stato registrato un aumento di domande d’asilo riconducibile al conflitto israelo-palestinese”.