Il Chiasso torna a vincere!

0
419
Un intenso primo piano di Davide Praderio autore per la Prima squadra di una splendida tripletta.

Che la vittoria fosse nell’aria era chiaro da qualche settimana. Che la squadra girasse attorno al successo come una falena ronza vicino alla lampadina accesa senza mai riuscire ad appoggiarvisi sopra iniziava a diventare frustrante. C’è voluto l’inizio del girone di ritorno e l’arrivo a Chiasso del Küsnacht per sbloccare il complesso di Claudio Grisi e per tornare a muovere finalmente la classifica così da riportare il Chiasso al di sopra della linea che vale l’accesso alla post season.

Ma andiamo con ordine! Con finalmente la quasi totalità della rosa a disposizione il tecnico del Chiasso ha optato, per la prima volta, per quattro linee offensive con lo scopo di tenere alto il ritmo e costringere l’avversario a un importante lavoro di contenimento.
La partita è iniziata nel migliore dei modi. Dopo poco più di un minuto i rossoblù sono passati in vantaggio grazie a Davide Praderio, abile a bucare il portiere avversario su servizio di Chris Torri. Non contento, lo stesso Praderio ha poi raddoppiato al secondo cambio sfruttando stavolta al meglio il lavoro di capitan Mattia D’Agostino e di Filippo Aprile. Colpiti nel vivo gli zurighesi hanno reagito e hanno sfruttato al meglio due incertezze chiassesi per ritrovare la parità. Rispetto al recente passato, quando i colpi dell’avversario demoralizzavano la squadra, stavolta il Chiasso non si è dato per vinto e ha ritrovato, in superiorità numerica, il vantaggio grazie ad Andrea Gaeta.
Aandato alla pausa sul 3-2, il Chiasso ha iniziato il secondo tempo sulla falsariga del primo, trovando immediatamente la rete del 4-2 per merito di Sebastiano Pantieri, lesto ad approfittare di una azione d’attacco congeniata da Andrea Gaeta e Stefano Spinedi.
Determinati a non lasciarsi più sorprendere dall’avversario, i padroni di casa hanno operato l’allungo decisivo con i punti di Stefano Spinedi e con il 6-2 firmato ancora da uno scatenato Davide Praderio. Il capitano della squadra Under 20 (Nella foto) ha potuto festeggiare la tripletta personale ed il riconoscimento quale migliore rossoblù in pista conferitogli dai compagni nel dopopartita.
Sul 6-2 al termine del secondo tempo, il Chiasso ha giocato gli ultimi venti minuti determinato a non lasciarsi più sorprendere dall’avversario, capace si di abbellire il punteggio con la terza rete, ma mai veramente in grado di mettere in dubbio il successo. Vittoria come si diceva meritatissima che lancia al meglio un mese di dicembre decisivo per le ambizioni della squadra che, dopo la parentesi di Coppa Svizzera contro l’Uri sabato, avrà in settimana l’importantissimo derby di Bellinzona prima di recarsi a Bassersdorf per due scontri direttissimi sulla strada che conduce ai playoffs.

SETTORE GIOVANILE
Per quanto riguarda il settore giovanile, la Under 20, al termine di un incontro oltremodo nervoso a causa della eccessiva durezza del Lyss, durezza che gli arbitri non sono stati in grado di controllare, ha dovuto accettare la sconfitta per 6-1, con l’unica rete per la squadra di casa messa a segno da Vittorio Frattini. Continua la striscia vincente della Under 17 che, con Marco Allevato nuovo coach in panchina al posto del partente Luca Galeone, al quale va il ringraziamento della società per quanto fatto negli anni, ha sconfitto l’Olten con il punteggio di 5-2. Partita equilibrata decisa dalla compattezza del Chiasso, capace di rendersi pericoloso con tutti i blocchi e a segno con Fabian Moro (2) Matteo Sabbadin, Diego Testa e Giorgio Cantù. Poco da fare nel derby contro i GdT per la Under 15, battuta 9-1 con la rete della bandiera firmata da Nicholas Valsangiacomo. Primo stop per la Under 13, superata nel finale al termine di una partita intensa, dal Seetal per 7-4. Avanti 4-3 sino a 5 minuti dal termine, con reti di Eric Guarnieri, Sean Gallotti, William Beretta e Ethan Zanini i giovanissimi rossoblù hanno subìto un blackout pagato carissimo negli ultimi istanti del confronto. Bene infine i leoncini della Under 11, che hanno chiuso con 3 vittorie su 4 il torneo di Lugano e bravi pure gli Under 9 impegnati pure loro sul ghiaccio della Reseghina.