Sull’impegno dei ragazzi nel progettare all’ex macello

0
304

In merito al perché votare sì all’area di svago/skate park sono state già spese parole da tanti miei colleghi che condivido in pieno e che sostengo a grande voce come hanno fatto loro. Un aspetto che forse non è stato abbastanza rimarcato è stato l’impegno dei ragazzi interessati nel progettare questo luogo a loro dedicato e la collaborazione con gli enti preposti.
Dopo tutte le notizie che leggiamo di giovani annoiati, disagiati e combina guai, a Mendrisio abbiamo finalmente avuto la conferma che esistono ancora ragazzi impegnati nella realizzazione dei loro desideri e che sono disposti a seguire le strade lunghe e tortuose della burocrazia.
Abbiamo conosciuto una parte di loro alla serata dibattito sul tema e abbiamo potuto constatare quanto siano preparati sulla questione e di quanta voglia hanno di vedere i loro sforzi premiati.
Hanno le idee ben in chiaro sul perché l’ex macello è lo spazio adatto a loro, ovvero perché in zona urbana, vicino alla stazione del treno, a ridosso della nuova fermata del bus e perché non arrecheranno disturbo a nessuno (infatti l’unico confinante ha già confermato che non farà ricorso).
E sono anche loro consci del fatto che a contornare il loro tanto sospirato skate park ci sarà la riqualifica della zona che al momento è indecente per essere ubicata all’entrata della nostra Città.
Ora se hanno progettato la parte di area di svago a loro dedicata e ne sono entusiasti, se hanno confermato che lo skate park sarà adatto sia a principianti che a livelli superiori e che già anni fa avevano chiesto di poterlo realizzare all’ex Macello per tutti i motivi esposti prima, non vedo perché non si possano accontentare con una spesa limitata di circa CHF 100’000 e dimostrare loro che partecipare alla vita politica e sociale della Città possa portare dei risultati e avvicinarli alle Istituzioni.
Lo skate è stato riconosciuto come uno sport e quindi presuppone imparare, la disciplina che regna in qualsiasi attività sportiva e costante allenamento che potrà portare qualche giovane a vivere anche della sua disciplina preferita.
Quindi io faccio i complimenti a questi ragazzi che hanno dedicato tempo ed energie in qualcosa a cui credono e li esorto a votare e far votare sì ad amici e parenti, per dimostrare agli adulti che non credono in loro e nelle loro idee che anche loro meritano di essere ascoltati.

Per il gruppo Lega di Mendrisio, Simona Rossini