Coppie e famiglie alla ricerca di equilibri

0
277

Prende avvio oggi su l’Informatore una nuova rubrica a cura delle consulenti coniugali e di coppia attive presso il Consultorio Coppia e Famiglia di Mendrisio, Simona Sigismondi e Tanja Robbiani Bucci, psicologhe, psicoterapeute e consulenti familiari.
L’omonima associazione, che gestisce il consultorio nella bella cornice di Palazzo Pollini nel centro città, fu fondata nel 1991, a seguito di un decennio segnato da un forte aumento dei divorzi, che divennero uno dei grandi temi sociali di cui si discuteva in ambiti diversi, da quello politico a quello giuridico, a quello psico-sociale, accademico, culturale.
Il divorzio non era più un tabu. Tuttavia stava diventando sinonimo di conflitti senza fine, lacerazioni, sofferenze. Nel Ticino degli anni 80, la consulenza e la terapia di coppia stavano muovendo i primi passi ancora molto incerti, mentre la mediazione familiare non era né conosciuta né praticata.
Grazie anche all’attività dei Consultori Coppia e Famiglia (uno è gestito anche a Locarno) si è nel tempo arrivati ad una cultura del “buon divorzio”, che mette al centro dell’attenzione il benessere anzitutto del bambino, della coppia e della famiglia, sia essa tradizionale, sia essa ricomposta dopo la decisione dei partner di organizzarla in modo diverso che in origine (a seguito di separazione o divorzio).
In quest’ottica i consultori CCF offrono servizi di mediazione familiare, consulenza familiare e di coppia e ascolto dei minorenni, il tutto o su richiesta privata (di uno dei due partner o congiuntamente) o nell’ambito di procedimenti dinanzi alle Preture o alle Autorità Regionali di Protezione (ARP). L’attività dei Consultori Coppia e Famiglia è basata su mandato di prestazione del Cantone e viene espletata applicando tariffe agevolate, proporzionali al reddito di chi vi si rivolge.
Quando la coppia attraversa un momento difficile che fatica ad affrontare e a superare, l’incontro (a due o singolarmente) per una consulenza di coppia può aiutare a far fronte, chiarire e soprattutto risolvere i problemi connessi al rapporto di coppia e alla vita della famiglia, nei diversi stadi della vita. I problemi o le questioni irrisolte possono riguardare sia i partner, sia i figli o altre persone che compongono la famiglia.
La consulenza genitoriale si rivolge invece a genitori (spesso separati) che non riescono a trovare accordi in uno o più ambiti del loro ruolo genitoriale. Questi disaccordi possono riguardare l’assetto dei diritti di visita, le informazioni da scambiarsi, lo stile educativo in tutte le sue sfaccettature, le abitudini e lo stile di vita che l’altro genitore in generale propone ai figli. Tale consulenza è rivolta a persone che non sono state sposate, che lo sono ancora o che sono già separate o divorziate.
La rubrica, che oggi viene proposta per la prima volta a pagina 10, avrà cadenza mensile e sarà pubblicata il primo venerdì del mese. I temi legati alla coppia e alla famiglia verranno affrontati prendendo spunto da domande reali che le lettrici e i lettori di questo giornale potranno indirizzare direttamente alle due consulenti del Centro Coppia e Famiglia, rispetto a situazioni che essi vivono all’interno delle loro famiglie. Non verranno fornite soluzioni certe a questioni specifiche, ma da problematiche concrete verranno offerti degli spunti di riflessione su temi legati alla vita di coppia, alla famiglia, alla gestione della stessa, ponendo il focus sul benessere generale dei suoi componenti (genitori e figli, ma anche altri membri della famiglia). L’intento della rubrica è quello di offrire un punto di vista professionale su questioni relazionali e un aiuto alla comprensione di ciò che si muove sotto la superficie dei rapporti familiari.
Le domande potranno essere inviate all’indirizzo di posta elettronica domande@coppiafamiglia.ch; le consulenti del Centro Coppia e Famiglia effettueranno una selezione tematica degli interventi ricevuti, cercando di toccare tutti gli argomenti che, secondo la loro esperienza professionale, possano essere d’interesse per il pubblico del giornale. Di principio non verrà tenuta alcuna corrispondenza diretta rispetto alle domande ricevute e non trattate nello specifico, né da parte della redazione de l’Informatore, né delle consulenti del Centro Coppia e Famiglia. Eventualmente può esservi un contatto diretto con il Consultorio, su base privata e su richiesta volontaria: informazioni nel sito www.coppiafamiglia.ch.
                    Carlo Rezzonico, avvocato e direttore dei Consultori Coppia e Famiglia
                    di Mendrisio e Locarno