Fuori norma l’acquedotto a lago

0
1057

Troppo alto e troppo vicino alla strada. In due parole: fuori norma. L’ambizioso e atteso progetto del Consorzio dell’Acquedotto Regionale del Mendrisiotto (ARM) per risolvere l’approvvigionamento idrico della regione – un’opera da 60 milioni, di cui 8,2 sussidiati dal Cantone – non rispetta il Piano regolatore comunale di Riva San Vitale dove s’intende realizzare l’impianto a lago. Il complesso supera gli 11,5 metri di altezza e sfora nella sua volumetria (cfr. modine). In gioco c’è la licenza edilizia che il Municipio per ora non può concedere. L’Esecutivo attende a breve dal Consorzio una modifica del progetto.