Per avvicinare le persone alla terra

0
286

Da oggi in poi in Ticino si possono vivere delle agriesperienze! Che cosa sono? Di che stiamo parlando? Dell’idea di promuovere bellezze, bontà genuine ed eccezionalità del panorama agroalimentare in Ticino. Avvicinare le persone alla nostra terra e farle familiarizzare con i produttori e con l’offerta di prodotti enogastronomici. Un patrimonio di sapere da proteggere e da divulgare. Del resto le attività esperienziali a diretto contatto con i produttori sono molto richieste dai visitatori.

Il concetto e tutti i dettagli del progetto sono stati illustrati ieri mattina ai media in un incontro previsto ad Arogno. Alla conferenza stampa hanno partecipato il direttore della Divisione dell’economia Stefano Rizzi, il direttore dell’Unione Contadini Ticinesi e presidente del Centro di Competenze Agroalimentari Ticino (CCAT) Sem Genini e il direttore dell’Agenzia turistica ticinese (ATT) Angelo Trotta.
Il progetto agriesperienze è nato da un incontro informale che si è svolto fra alcuni rappresentanti dell’ambito turistico cantonale e di quello del settore primario. Era stato organizzato dal Dipartimento delle finanze e dell’economia.

• Lo scopo del progetto
L’obiettivo è quello di offrire attività ed esperienze autentiche e semplici, permettendo alla gente di conoscere le realtà agricole locali e diffondendo un’idea reale dell’agricoltura. In effetti, i visitatori sono sempre più interessati a conoscere l’origine e la storia degli alimenti che mangiano.

• Con le Guide SI
La novità di questa offerta – ci spiega Sibilla Quadri, direttrice del CCAT – sta nel coinvolgimento delle Guide SI (Guide della Svizzera Italiana). Grazie alla loro competenza è stato creato un catalogo di interessanti proposte (cfr. qui sotto). La collaborazione con le Guide SI permette anche un efficace sviluppo delle agriesperienze che si svolgeranno in parallelo all’attività giornaliera delle aziende agricole. Che si svolga a piedi, in bici o con i mezzi pubblici, il percorso per raggiungere i luoghi è una parte dell’esperienza ed è volutamente sostenibile. Nel farlo i partecipanti – accompagnati dalle guide accreditate – potranno scoprire i paesaggi rurali del Ticino, i boschi di castagni, i vigneti e i prati ma anche visitare luoghi e mete al di fuori del percorso e degli itinerari più frequentati. Sono proposte da cogliere in famiglia o da adulti come residenti o turisti. Si tratta di esperienze nelle quali ci si immerge e si partecipa a realtà genuine. E sono pensate per valorizzare il patrimonio culinario, paesaggistico e culturale del territorio ticinese. Esperienze che seguono il ritmo delle stagioni e della natura. Possono andare dalla raccolta partecipativa di ortaggi e frutta, all’incontro degli animali in fattoria o al pascolo, la scoperta dei sapori e delle specialità gastronomiche e del paesaggio. E ancora: il prendere contatto con i processi caseari. Laddove è possibile per igiene e sicurezza, i partecipanti potranno anche prendere parte al processo produttivo.
Durante l’incontro con i media è stata sottolineata l’importanza di sfruttare il connubio fra turismo e agricoltura per promuovere il territorio. D’altro canto è stata evidenziata la valenza del progetto per il settore primario ed in particolare per le famiglie contadine. Le agriesperienze vanno a completare i progetti agricoli tuttora esistenti che l’Unione Contadini Ticinesi promuove in Ticino, come il Brunch del 1° agosto, la Giornata delle porte aperte in fattoria, gli Agriturismi, Agriviva, ecc. Sono tutte occasioni di coinvolgimento attivo… come dire che se non c’è incontro non c’è scambio. E se non c’è scambio non c’è conoscenza reciproca.

PER ORA SONO 7 GLI ITINERARI IN TUTTO IL TICINO

• Immersi nel più bel paesaggio della Svizzera – Cantina Cavallini, Cabbio
• Una famiglia, una storia, un ottimo vino – Azienda agricola Bianchi, Arogno
• Locarno, fra città, realtà agricola e punti energetici – Azienda agricola BIO Agarta, Cavigliano
• La Valle Verzasca e le sue acque meravigliose – Azienda agricola la Colombera, S. Antonino
• Una pedalata squisita – Azienda agricola Terreni della Maggia, Ascona
• Dalla farina al pane, dal latte al formaggio – Azienda agricola Scoglio, Mugena
• Le vie dell’indaco. Un viaggio alla scoperta dei fiori edibili – CatiBio, Cadenazzo

Le agriesperienze si possono prenotare online, in date precise o su richiesta. Variano dalla mezza fino alla giornata intera. Le singole esperienze si trovano su agriesperienze.ch.