Bocce, prima tappa del Circuito Élite

0
442
Claudio Mombelli (Ideal di Coldrerio).

Niente gare per Pasqua e Pasquetta. Ma la pausa si è subito interrotta martedì con il secondo torneo del circuito di categoria B, organizzato dalla Federazione di Lugano, il cui esito si conoscerà questa sera presso il Centro nazionale.
Alla gara si sono iscritti novantasei individualisti, molti dei quali tesserati per Società del Mendrisiotto.

Gli appuntamenti del fine settimana sono numerosi. A cominciare dalla gara giovanile proposta dalla Sfera di Lugano che offre un’ottima occasione non solo alle tre categorie Under 18, Under 15 e Under 12 ma anche ai più piccoli alle prime armi che si diletteranno con i tiri ai birilli, con gli accosti nel cerchio e con i voli nella ruota. I futuri campioni nascono giocando e divertendosi. Interessate pure le corsie di Riva San Vitale e della Cercera.
E a proposito di giovani segnaliamo l’iniziativa della Federazione Svizzera che ha chiamato una dozzina di talentuosi ragazzi a un primo raduno collettivo voluto dal presidente della Commissione giovani Aldo Giannuzzi e dal “coach” delle nazionali giovanili Marco Regazzoni. Presenti, in qualità di collaboratori, anche Marco Ferrari (San Gottardo) e Ryan Regazzoni, il luganese quindicenne che dopo aver sbancato ovunque da noi in gare giovanili e persino in gare “open” sta maturando la sua esperienza nell’élite del movimento della vicina Repubblica.
Numerosi i promettenti imberbi giocatori provenienti dalle scuole bocce di Chiasso, di Rancate e di Riva San Vitale. Lo scopo dei raduni – il prossimo si svolgerà il 13 maggio – è quello di dare continuità alla loro crescita sportiva e alla loro motivazione. Crescita che si accompagnerà con quella della loro personalità in un periodo delicato del loro sviluppo.
Ai prossimi appuntamenti parteciperanno di volta in volta gli altri tecnici della FSB Maurizio Dalle Fratte e Luca Rodoni accompagnati da alcuni giocatori di alto livello. Insomma il cantiere per la nazionale del futuro si è già aperto.
Domani a Grenchen vi sarà il secondo appuntamento con il circuito di categoria A. Il primo, lo ricordiamo, fu quello di Rorschacherberg che registrò il successo di Christophe Klein che ebbe la meglio su Massimo Facchinetti in un derby tutto chiassese.
Non solo. Sempre domani, ad Allschwil, presso Basilea, prima tappa del circuito Élite. Dei sedici giocatori che fanno parte di questa nuova categoria, ben tredici sono ticinesi. Quattro dell’Ideal (Aramis Gianinazzi, Alessandro Eichenberger, Claudio Mombelli e “Tano” Solcà), tre della San Gottardo (Rodolfo Peschiera, Maurizio Dalle Fratte ed Eric Klein), cinque della Torchio di Biasca (Vasco Berri, Ryan Delea, Luca Rodoni, Roberto Fiocchetta e Valentino Ortelli), nonché il locarnese della Stella Tiziano Catarin. Completano il “cast” Marco Bucchieri e Antonio Lauria della Pro Ticino di Zurigo e Thierry Roldan, ex-San Gottardo, ora in forza al BC Bernese. Il primo confronto degli otto in calendario darà preziose indicazioni sulla scelta piuttosto coraggiosa della Federazione nazionale.

È stato pubblicato negli scorsi giorni il lancio gara del “Gran Premio Swissminiatur”, il tradizionale torneo a coppie organizzato dalla Società Bocciofila Arognese. Si svolgerà seralmente tra il 29 maggio e il 2 giugno. È una gara che prevede un solo giocatore di categoria A per formazione. Siccome molti Club dispongono di parecchi tesserati di A e pochi di B, già lo scorso anno la Federazione Ticino ha concesso la facoltà di abbinamento, facoltà che vale ovviamente anche per l’edizione 2023. Il termine utile per potersi iscrivere è il 29 aprile.

Lunedì prossimo 17 aprile, presso il Ristorante Roccia di Camignolo, momento istituzionale con l’assemblea ordinaria primaverile della Federazione Bocce Ticino. Trattande classiche all’ordine del giorno con la discussione e l’approvazione dei rapporti del Presidente, del Commissario Tecnico, del Cassiere e dei revisori dei conti. In apertura premiazione dei vincitori della Coppa Ticino (la San Gottardo) e dei vincitori delle tre categorie A, B e C. Sono Aramis Gianinazzi (Ideal), Efrem Guidali (Centrale) e Moreno Gianinazzi (ancora Ideal). Una scorpacciata di premi per i giocatori e le Società “momò”. Solo Laura Riso (Gerla), vincitrice della categoria femminile, rompe l’egemonia del nostro comprensorio.

Segnaliamo infine il successo della trasmissione in diretta “streaming” della gara femminile che si è svolta una decina di giorni fa a Corgémont. Sono state oltre 3’000 le visualizzazioni dell’evento. I prossimi appuntamenti con le dirette saranno quelli di domani da Allschwil, il 23 aprile con le finali del Campionato Svizzero a squadre di Lugano, il circuito Élite di Zurigo del 6 maggio e il Campionato Svizzero a coppie, pure a Zurigo, della domenica 7 maggio.

Claudio Mombelli (Ideal di Coldrerio), vicecampione svizzero della disciplina individuale, sarà