Numero record di interventi per il SAM

0
266

Nel 2022 il Servizio Autoambulanza Mendrisiotto ha oltrepassato, per la prima volta, la soglia dei 5’000 interventi; un anno decisamente impegnativo sotto tutti i punti di vista; per il personale, che ha reagito nel migliore dei modi, e per i veicoli che probabilmente hanno accusato il colpo maggiore.

Si è passati dalle 4’561 missioni del 2021 alle 5’380 missioni del 2022 (+17,95%). La direzione del SAM e la Commissione dei Direttori Sanitari della Federazione Cantonale dei Servizi Ambulanza (FCTSA) stanno esaminando i dati per identificare ciò che ha maggiormente contribuito alla crescita. L’aspetto di rilievo che è emerso, è l’incremento dei casi legati a disagio psichico, che hanno rappresentato il 14% del totale degli interventi.
La media giornaliera è di 14,7 interventi. La punta massima si è avuta a dicembre (17 missioni quotidiane). Il giorno più “intenso” è stato il 29 giugno con 32 missioni. Gli interventi urgenti hanno rappresentato il 77,8% del totale. Nell’83% dei casi la chiamata ha riguardato una richiesta di soccorso nell’ambito della medicina, nel 17% dei casi si è trattato di infortunio. I tempi di intervento hanno sempre soddisfatto i criteri per l’accreditamento previsti dall’Interassociazione di Salvataggio (IAS). L’arrivo sul posto è stato inferiore ai 16 minuti nel 94.1% della totalità dei casi, una percentuale che sale al 97.4% per gli interventi urgenti. Le strutture di destinazione sono state in massima parte quelle della regione: Ospedale Beata Vergine di Mendrisio (3’075 pazienti), Clinica Psichiatrica Cantonale (489 pazienti) e Ospedale Civico di Lugano (448 pazienti). A ciò si aggiungono 23 trasferimenti oltre Gottardo. I veicoli hanno percorso complessivamente 135’000.
Il SAM è oggi strutturato come un vero Centro di Salute. È sempre molto richiesto il Servizio Trasporti Anziani e Disabili che ha accompagnato lo scorso anno quasi 6’000 utenti mentre il servizio di picchetto notturno svolto in collaborazione con l’Associazione Assistenza e Cura a Domicilio del Mendrisiotto e Basso Ceresio ha visto il personale infermieristico del SAM impegnato a rispondere a 175 chiamate nella fascia compresa tra le 21 e le 7.30. Di queste, 130 hanno richiesto un intervento diretto dei professionisti del SAM presso il domicilio dell’utente.
Con la ripresa delle attività sociali e ricreative, si è registrato un incremento dei picchetti sanitari a supporto di eventi sportivi e culturali: il SAM ha prestato servizio in 53 manifestazioni, contro le 12 del 2021.
Il Settore della Formazione ha garantito 3’484 ore di aggiornamento per il personale professionista e 900 ore di formazione teorico-pratica per i Soccorritori Volontari. Il Centro Simulazioni, realtà formativa all’avanguardia volta alla realizzazione di prodotti focalizzati sulla simulazione quale strumento didattico, ha fornito 49 giornate di formazione. Anche l’utenza del Servizio Medico Dentario Regionale ha sfiorato la soglia delle 6’000 unità; sono iniziate anche le prime visite a domicilio per coloro che non possono raggiungere lo studio a tutela del benessere degli utenti più fragili. Le collaborazioni con le strutture sanitarie permangono, come ad esempio con l’OBV, la Clinica Psichiatrica Cantonale e la Segreteria della Migrazione.