La Prima Lega SAV vince una partita non facile e resta 3.a in solitaria

0
265
Nella foto di Nick Santeramo i gialloverdi... schierati.

BC Allschwil – SAV: 65 – 75

Classica partita in cui si ha tutto da perdere, quella giocata sabato a Basilea contro una squadra in completo rifacimento, che allineava tutti i nuovi arrivi, come Kostic (ex Starwings Basilea che a inizio stagione militava nelle fila dello Swiss Central Basketball in LNA) e un paio di altri buoni elementi. I tre innesti hanno cambiato il volto della squadra di Allschwil che, seppur sempre impaltanata nei bassi fondi della classifica, nelle ultime settimane ha dato fastidio a tutti gli avversari affrontati.

La partita è iniziata senza il tabellone elettronico, cosa che ha obbligato gli allenatori ad entrare letteralmente in campo per poter verificare tempo e punteggio.
Sarà stato per il freddo polare della Sporthalle, ma la partita ha stentato a prendere ritmo, con gli ospiti gialloverdi che comunque hanno condotto nel punteggio fin dall’inizio, anche se dal referto sono spariti tre punti di una tripla di Riva, mai registrata a referto (!).
La ripresa è stata leggermente più spumeggiante, con Vacallo a cercare l’allungo, mentre i padroni di casa erano pronti a tutto – e oltre – per restare a contatto. La partita si è perciò innervosita, anche perché dal tavolo ci sono stati continui errori, sia nella valutazione del tempo, sia in quella del punteggio, senza parlare dei 24 secondi spesso resettati a caso. A quel punto anche gli arbitri, comprensibilmente, hanno avuto un momento di poca lucidità perché dovevano controllare oltre al gioco, fattosi vieppiù fisico, anche il lavoro dei giudici di tavolo, per assicurare una corretta fine di partita.
Grazie a tutto questo bailamme, Allschwil si è portata sul 54-54 a 6 minuti dalla fine del match. Un time out di coach Bernasconi, per riportare la calma in campo, ha dato i suoi frutti e, da quel momento, la SAV ha ricominciato a macinare il proprio gioco e, nonostante l’uscita per 5 falli di Cavadini, i 4 di Tessaro e un infortunio a Riva, è riuscita a chiudere la partita sul 75 – 65.
In realtà si è visto poco basket ma, sabato, quello che contava erano i 2 punti che, probabilmente, due mesi fa non sarebbero stati acquisiti. Ora, invece, la squadra ha mostrato una solidità mentale in netto miglioramento e, anche in situazioni difficili, riesce spesso a trovare la soluzione giusta.
Con questa settima vittoria i ragazzi di coach Bernasconi arrivano alla pausa natalizia solitari al terzo posto, con ancora due partite – in casa – da disputare prima della fine della fase preliminare.
Visti anche i risultati del weekend e la situazione negli scontri diretti, due punti dovrebbero bastare per assicurarsi uno dei cinque posti che danno diritto di giocare la seconda fase fra le migliori del campionato, ma che, cosa più importante, danno diritto di disputare di sicuro i playoff. Una ghiotta occasione dunque da cogliere alla ripresa delle ostilità, contro DDV-Lugano (18 gennaio) e Giants Berna (21 gennaio), rispettivamente al Palapenz di Chiasso e alle scuole medie di Morbio Inferiore, con la speranza di recuperare i “lungodegenti” Corazzon e Citterio.
“In caso di vittoria, spiega il coach dei gialloverdi, i playoff sarebbero acquisiti e quindi la società avrebbe già raggiunto un obiettivo forse insperato all’inizio della stagione. quando si è dovuto – e voluto – ricostruire il gruppo, ma questo sarà un discorso che rimandiamo a gennaio. Ora, fatti i dovuti complimenti all’intero gruppo squadra, i ragazzi potranno avere un piccolo periodo di riposo per passare le feste natalizie insieme ai propri familiari e per ricaricare le batterie in vista di una seconda parte di campionato che potrebbe riservare altrettante emozioni”.

Hanno giocato: Krasniqi, Tessaro 10, Riva 12, Rossi, Plebani 2, Cavadini 16, Dotta 27, Pappalardo 7, Corazzon, Pedro Paca, Beltrami 1.