Aggregazioni, la delusione di Chiasso

0
447
Il sindaco di Chiasso Bruno Arrigoni.

Aggregazione Basso Mendrisiotto? Si continua, ma basta che ci siano i numeri. Ecco infatti che Vacallo ha dato luce verde allo studio preliminare d’opportunità e resta “del parere che la soluzione finale possa essere l’istituzione del Comune Basso Mendrisiotto e invita a continuare con gli approfondimenti, ma…”. Vacallo infatti ha messo l’accento sul fatto che “l’importante per il progetto è quello di avere la partecipazione almeno di 4 Comuni (e al momento ancora non si conoscono le prese di posizione di Morbio, Novazzano e Breggia – Balerna si è “chiamata fuori” e Chiasso è sempre stato favorevole), meglio se 5 o tutti e 6 e che si continui l’approfondimento avviato supportati dai risultati emersi dalle giornate di Mezzana in collaborazione con la Sezione Enti Locali (con l’intento di arrivare a una voltaizone consultiva con qualcosa di concreto da sottoporre ai cittadini)”. Infine il Comune guidato dal sindaco Marco Rizza continuerà a coordinare il gruppo e il periodo di approfondimento, con un orizzonte temporale per valutare e portare argomenti concreti fissato per la metà del 2023. Ora mancano le altre prese di posizione che indicheranno il destino di questo progetto.

Deluso il sindaco di Chiasso:
“Almeno lasciar votare la popolazione”
“I segnali che arrivano da alcuni Comuni non sono entusiasmanti – ha commentato mercoledì il sindaco di Chiasso, Bruno Arrigoni – ed è un peccato perché vediamo giornalmente come un Comune più è piccolo e più difficilmente può concretizzare progetti di una certa portata. Un Comune di 20mila abitanti come potrebbe essere il Basso Mendrisiotto, avrebbe un altro impatto. In diversi Municipi manca la volontà politica ma io dico che sarebbe giusto almeno lasciare votare la popolazione. Uniti e quindi coordinati, risparmieremmo anche parecchio tempo. Molta gente pensa ancora di fare politica come negli anni Ottanta ma oggi è stretto il margine di manovra che possono gestire in autonomia i Comuni. Il Cantone è favorevole ad un’aggregazione del Basso Mendrisiotto e ringrazio soprattutto la SEL per il lavoro svolto”.