Restyling della Rovagina, l’ok di Chiasso

0
449

Un “sì” quasi all’unanimità per il credito sui lavori di ristrutturazione dello stand di tiro della Rovagina, sito a Morbio Superiore e di proprietà del Comune di Chiasso. Dei 38 consiglieri comunali chiassesi presenti in seduta lunedì sera, 36 hanno espresso la loro opinione favorevole concedendo il credito di 4’680’000 franchi. Claudio Schneeberger, a nome della Commissione della gestione, ha messo in evidenza che quest’ultima è “convinta dell’investimento, anche alla luce delle imposizioni federali e cantonali in materia e dalle necessità poste dal fabbisogno regionale di una tale struttura”. La Commissione infatti crede che il ristrutturato stand di tiro possa essere sfruttato al pieno delle sue capacità ed è fiduciosa che la nuova struttura porterà delle entrate adeguate in rapporto all’investimento, grazie anche al grosso potenziale di tiratori che ci sono in Svizzera.

Filippo Tettamanti, per la Commissione edilizia ha dichiarato: “Mi viene da dire… finalmente! Costruito nel 1965, lo stand di tiro ha bisogno di un restyling così da poter rispondere alle necessità e alle esigenze degli utenti. Calcolando in più che il Cantone parteciperà ai costi (25%) come pure gli altri Comuni del comprensorio (in base a una chiave di ripartizione, ndr.)”. La Commissione, nel suo rapporto edilizio, ha messo in luce che il progetto è importante e necessario visto che la struttura mostra tutti i segni del tempo e che potrebbero compromettere l’agibilità dello stand. Anche il capodicastero Davide Lurati è entrato nella discussione e ha rilevato: “Se dovessi spiegare tutto l’iter dello stand di tiro staremmo qui ancora molto. Iniziato nel 2017 il “tour della Rovagina”, così lo abbiamo soprannominato, finalmente può entrare nel “vivo” della sua fase di riattazione. Speriamo che entro fine 2022 anche gli altri Legislativi diano luce verde al progetto (Coldrerio lo ha già fatto il 9 giugno), che dovrebbe poi partire coi lavori intorno a giugno 2023. L’inaugurazione della nuova struttura – se tutto procederà senza intoppi – dovrebbe avvenire verosimilmente all’inizio del 2025”.

Ricordiamo che Chiasso e il suo stand di tiro della Rovagina, negli oltre 50 anni di vita, ha garantito una regolare manutenzione, mentre non sono mai stati intrapresi lavori importanti di ristrutturazione e di adattamento degli spazi interni rispetto alle esigenze, nel frattempo molto mutate, per quanto attiene sia alla funzionalità dell’impianto, sia alle diverse normative di riferimento. La ristrutturazione del poligono riveste altresì un ruolo importante codificato nel rapporto del gruppo di lavoro “Tiro Ticino”, edito dal Dipartimento delle istituzioni e contenente pure le disposizioni e le caratteristiche delle strutture. Ora il Comune di riferimento aspetta gli esiti degli Legislativi (Breggia, Morbio Inferiore, Vacallo, Balerna e Novazzano).