Il Chiasso è vicino al cambio di proprietà

0
404
Nella foto di Flavio Monticelli, il tecnico Andrea Vitali.

Nella giornata di mercoledì è giunta la notizia di un imminente cambio di proprietà in seno alla società rossoblù. Il gruppo Soccer Future, legato ad Andrey Ukrainets, ha firmato un contratto preliminare d’acquisto in favore della D&C Holding AG Svizzera. Stando a quanto dichiarato dal giornalista Alfredo Pedullà, il direttore generale scelto dalla nuova proprietà dovrebbe essere Ninni Corda, ex dirigente e allenatore, tra le altre, del Foggia.

A margine delle vicende societarie, il Chiasso ha subìto la prima battuta d’arresto del 2022 per 2-0 in casa del Bellinzona. Una volta detto addio ai sogni di promozione il 20 maggio, a causa della rinuncia alla richiesta della licenza in seconda istanza per mancanza delle coperture bancarie, quest’ultimo derby aveva poco da dire.
I granata, già promossi in Challenge League, hanno dato la certezza ai rossoblù di terminare al terzo posto in campionato, vista la concomitante sconfitta per 1-0 dello Stade Nyonnais in casa del Breitenrain.
Nonostante anche quest’ultimo non possa puntare alla promozione, con questo successo i bernesi hanno mantenuto quel punto di vantaggio sui granata. Salire di categoria sarebbe la maniera giusta per coronare una splendida stagione per gli uomini di Martin Lengen, ma nell’ultima giornata di campionato (che vedrà il Breitenrain sfidare lo Zurigo e il Bellinzona lo Stade Nyonnais, entrambi in trasferta) verrà comunque messo in palio il titolo della Promotion League. Il Chiasso, dal canto suo, saluterà i propri tifosi al Riva IV, domani 4 giugno alle 16, contro l’Etoile Carouge, che in stagione ha battuto in tutte e due le occasioni per 2-0.
Quella del Comunale, come detto, è stata una partita di poco conto. Trascinati da una buona coltre di tifosi venuta dal Sottoceneri, che prima del fischio d’inizio hanno dato il via a una coreografia con fumogeni rossi e blu, Aris Sörensen e compagni non hanno iniziato alla perfezione la contesa. A causa di un grossolano errore difensivo, i chiassesi sono caduti una prima volta al 13’, quando Emiliano Mozzone si è trovato tutto solo davanti a Miodrag Mitrovic (con la fascia al braccio per l’assenza di Andrea Maccoppi) e ha sfruttato con successo l’occasione. Al 31’ è poi arrivato il raddoppio dei padroni di casa, questa volta con un gol capolavoro di André Edgar, il 22.enne angolano con un passato in Super League con la maglia del Sion.
Nella ripresa i chiassesi sono rientrati più convinti, ma non sono riusciti a trovare quella rete che di certo avrebbe riaperto la partita. Nel finale, tra le file dei granata, c’è pure stato lo spazio per Gaston Magnetti che da buon ex rossoblù (167 e 68 reti con il club momò) è andato a salutare i tifosi presenti nel settore ospiti. Oltre alla sconfitta, la partita del Comunale ha avuto degli altri risvolti negativi: Noah De Queiroz, Aris Sörensen, Mohamad Alshikh e Pedro Teixeira saranno squalificati per l’ultima sfida in quanto diffidati e successivamente ammoniti contro i granata.