Al Mulino si prepara la ricostruzione

0
192
Torna il sereno nell’area del Mulino di Maroggia. Sono iniziati i lavori preliminari alla ricostruzione.

La gru color arancio, i ponteggi che rivestono la torre che ha resistito al violento incendio del novembre 2020 e le ruspe che iniziano a scavare: tutto al Mulino di Maroggia parla di rinascita e la gente del paese segue con entusiasmo questo percorso. In effetti, il Municipio del Comune sul Ceresio ha rilasciato la licenza edilizia per la ricostruzione dell’edificio divorato dalle fiamme. “Si tratta dei lavori preparatori – chiarisce il sindaco Jean Claude Binaghi – e non ancora del cantiere vero e proprio. Cantiere che potrà essere avviato solo quando la licenza edilizia sarà cresciuta in giudicato. In particolare, al momento stanno piazzando i pali per verificare se gli stessi riusciranno a sostenere la struttura”. Fra un anno, se tutto andrà liscio, il Mulino in versione nuova potrebbe già essere in fase di collaudo per l’impianto mentre per concludere tutti i lavori ci vorrà un po’ più di tempo. Questa è la previsione del titolare dell’azienda, Alessandro Fontana. L’azienda di famiglia era nata negli ultimi anni del 1800 per volontà del fondatore Michael Stadlin che discendeva da un’antica famiglia di mugnai attivi nella Svizzera centrale.