Venti artisti a Maroggia e l’arte di convivere a stretto contatto con la strada

0
699
L'opera di street art sul Mulino di Maroggia, realizzata da Madame.

Street Art e strada in che rapporto stanno? Cosa hanno da dirsi l’una l’altra? Strada e vie di comunicazione sono sempre state un elemento identitario per Maroggia, Comune rapportato al contatto diretto con la strada, l’autostrada, la ferrovia in quanto racchiuso in uno spazio stretto fra lago e montagna. E strade sono anche i sentieri che si inerpicano sulla montagna o le passeggiate che costeggiano il lago. Il paese affacciato sul Ceresio ospita fino al 5 novembre la mostra diffusa “Tra Strada e Street Art” su iniziativa del Comune che ha affidato la cura dell’esposizione ad Artrust, galleria d’arte di Melano. La mostra sta attirando parecchie attenzioni.
Artrust costituisce l’ideale punto di partenza e di arrivo del percorso espositivo con la mostra collaterale dedicata a Bansky allestita presso gli stessi spazi di Artust a Melano (in via Pedemonte di Sopra). Proponiamo alcuni assaggi fotografici (nelle immagini a fianco) di questa che è la terza edizione della Mostra d’arte Triennale a Maroggia. Oltre una ventina le opere installate che vanno a coinvolgere l’intero territorio di Maroggia con diversi luoghi simbolici. Un’occasione per riportare l’attenzione del pubblico sullo storico Mulino recentemente andato a fuoco (cfr. pagina 1 del giornale) e ora in attesa di essere ricostruito.
Nella selezione degli artisti, Artrust ha puntato sulla qualità cercando di coinvolgere nomi di primo piano del panorama svizzero e italiano ma anche internazionale, di fama ed emergenti. La mostra offre una panoramica sulla varietà espressiva che si può trovare oggi nel contesto dell’arte urbana. La line-up ufficiale comprende nomi del calibro di Andrea Ravo Mattoni, Bane, Bigtato, Blub, Chinagirl, Chromeo, Dan Rawlings, El Xupet Negre, Jack Braglia, Kelly Halabi, Madame, NeSpoon, Nevercrew, Nocurves, Knox, Ozmo, Pro176, Rebor, Raul, Serena Maisto, TV Boy, Yuri Catania, Zevs e altri ancora. Fra l’altro, Yuri Catania è l’artista che, la scorsa primavera ha realizzato a Rovio (con alcune opere anche nei Comuni vicini sempre in Valmara) la mostra open air di Street Art dal titolo “I gatti di Rovio”.
A margine dell’iniziativa è stato organizzato anche un bando di concorso per artisti emergenti che darà la possibilità al vincitore di realizzare una propria opera su un muro messo a disposizione dal Comune. Una giuria composta da tre artisti selezionerà i tre finalisti che potranno essere votati dal pubblico sul sito maroggia.art/bando. Le votazioni saranno aperte fino al 30 settembre ed i progetti dei finalisti verranno esposti sul lungolago di Maroggia.