Funziona il nuovo “progetto” del Mendrisio

0
706
Lo stadio Comunale di Mendrisio

Stasera alle 19.30 il Mendrisio giocherà una partita d’allenamento con il Binningen. A disposizione del mister i nuovi acquisti Giovanni Italo, Alessandro Castellan e Danyel Fichera. Lunedì alle 18 la società momò presenterà la prima squadra al pubblico alla Filanda.

Le piogge insistite non sono il massimo per stare sui terreni da gioco, tuttavia “Ale” mi fa notare che si lavora meglio che non sotto “una calura terribile” come succede di solito in questo periodo.
La cosa più importante è che la squadra abbia ritrovato il gusto di fare calcio: “Piano piano i giocatori stanno rientrando: sia chi per esigenze lavorative era dovuto andare in ferie, sia chi aveva forzatamente dovuto marcare visita per via degli studi”.
La preparazione prosegue dunque a sua completa soddisfazione: “Si lavora duro ma con il sorriso… C’è una grande disponibilità da parte di tutti, sono molto contento per l’impegno e la serietà dei miei giocatori”.
La squadra secondo Minelli aveva bisogno di qualche puntello a centrocampo e in difesa: sono approdati al Comunale Alessandro Castellan, Danyel Fichera e Giovanni Italo. Si tratta di giocatori che danno la garanzia necessaria per un altro campionato positivo: “Castellan è un bel centrocampista, ha la mentalità giusta. È stato un po’ il caso a farcelo conoscere ma è come se fosse da noi da tanto tempo, ha legato subito con il gruppo. Fichera è un esterno offensivo, anche lui è in grado di darci delle belle soddisfazioni: è importante avere dei doppi ruoli per ogni posizione”.
Per Italo si può parlare di acquisto col botto, prende il posto di David Stojanov, ora all’Ascona: “Giovanni l’avevo allenato una decina di anni fa nella Under 18, ha sempre fatto bene, è arrivato a Mendrisio con la giusta mentalità”. Dall’ex bomber granata si attendono gol a catinelle…
Il campionato inizierà il 21 agosto, si spera di andare incontro a una stagione concreta, senza più interruzioni: “A prescindere da quello che è un risultato sportivo ci si augura che la vita ritorni normale. La cosa più importante è potere fare sport in tutta tranquillità. È chiaro che dovremo sempre tenere alta la tensione, penso a quello che abbiamo dovuto passare in questi ultimi due anni: non solo a livello fisico ma anche mentale. Non è stato facile per nessuno, consideriamo anche il fatto che il nostro non è professionismo: facciamo sport perché ci piace e ci diverte, in pratica è uno sfogo…”.
Stasera è in programma al Comunale (calcio d’avvio alle 19.30) l’amichevole, che “Ale” preferisce definire partita di allenamento, con il Binningen. I basilesi giocano nel Gruppo 3, stanno preparando una gara di Coppa svizzera: “Per noi sarà un bel test e anche un’occasione per provare alcuni ragazzi del Settore giovanile”. Seguirà sabato 14 alle 18 un’ultima partita con il Vacallo.