A Chiasso Dante e le voci femminili

0
446

La rassegna Voci e not(t)e si apre domani, 26 giugno, al Cinema Teatro di Chiasso con Lella Costa in Intelletto d’amore – Dante e le donne, progetto coprodotto dalla RSI e Mismaonda nell’ambito delle celebrazioni per il settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri.

In questo spettacolo scritto con Gabriele Vacis, ricco di atmosfere confidenziali con quel pizzico di ironia che non guasta, Lella Costa presta la sua voce alle donne della vita e della Commedia di Dante.
Intelletto d’amore debutta sul palcoscenico proprio a Chiasso e per l’occasione vedrà la partecipazione dell’ensemble femminile del Coro Clairière del Conservatorio della Svizzera italiana, diretto da Brunella Clerici.
Lella Costa e Gabriele Vacis hanno preso la via dell’eterno femminino. Insieme si sono divertiti a indagare il rapporto di Dante con le donne della sua vita e della sua opera, partendo dalle biografie per poi immaginare sviluppi possibili e impossibili, mescolando serio e faceto, secondo quello stile personalissimo e collaudato con successo che caratterizza tutti i loro spettacoli.
Nella Divina Commedia, in realtà, i personaggi femminili non sono molti. “Ma quelli che ci sono, sono determinanti – osserva il regista. – Basti dire che ad accompagnare Dante nel Paradiso è una donna: Beatrice. Scelta coraggiosa, perché la donna, in questo modo, assume un ruolo sacerdotale, guida spirituale che precede un uomo nel cammino verso la salvezza”.
Il racconto di Gabriele Vacis e Lella Costa sceglie alcune tra le donne del sommo poeta e le fa parlare direttamente al pubblico, da prospettive insolite. Accanto a Beatrice, troviamo Francesca – che spiega perché Dante l’ha spedita all’Inferno insieme a Paolo – Taibe, la prostituta delle Malebolge, e Gemma Donati, moglie del poeta, madre dei suoi figli, che illustrerà “come si convive con l’ideale amoroso di tuo marito, se non sei tu”.
Lo spettacolo andrà in scena alle 21.30. I biglietti sono acquistabili unicamente sul sito www.centroculturalechiasso.ch. I posti sono limitati. Per informazioni, scrivere a cultura@chiasso.ch o telefonare allo 058 122 42 72.