La musica dell’OSI in streaming

0
972
La pianista Martha Argerich con l’OSI in occasione del concerto di San Silvestro.

Ha riscosso un enorme successo il concerto di giovedì 31 dicembre al LAC di Lugano con l’Orchestra della Svizzera italiana diretta da Ion Marin e la celebre pianista Martha Argerich. La trasmissione in diretta streaming è stata seguita da migliaia di persone in Svizzera e non solo. Il 14 gennaio inizierà la stagione OSI in Auditorio.

Il concerto di San Silvestro è stato trasmesso in diretta in videostreaming: le prime statistiche elaborate sul flusso di dati digitali indicano che circa 3’700 spettatori virtuali hanno seguito l’evento, collegandosi con smartphone, tablet o pc. La provenienza è legata in primo luogo alla Svizzera italiana, ma non sono mancati spettatori dal resto del Paese, come pure dall’Italia, dalla Germania, dalla Francia, dalla Romania e dagli Stati Uniti.
Martha Argerich, una delle massime concertiste dei nostri tempi, condivide un rapporto privilegiato con l’OSI e il Ticino dove torna volentieri a suonare appena le è possibile. In occasione del concerto del 31 dicembre ha interpretato pagine di Ludwig Van Beethoven e Franz Schubert.
Il 14 gennaio, come detto, dall’Auditorio Stelio Molo RSI di Lugano, torna la stagione OSI nella formula Play&Conduct: quattro solisti del pianoforte, dell’oboe, del flauto e del violoncello dirigono e dialogano con l’Orchestra della Svizzera italiana.
Il primo appuntamento, giovedì prossimo, sarà con l’artista tedesco Christian Zacharias, che si presenta come direttore d’orchestra e solista al pianoforte. Il programma comprende l’ultimo Concerto per pianoforte e orchestra di Mozart, KV 595 in si bemolle maggiore; seguirà il Quintetto per archi di Anton Bruckner nella versione per orchestra da camera.
L’oboista russo Alexei Ogrintchouck sarà il protagonista della serata del 21 gennaio. Insieme all’OSI eseguirà il piacevole Ottetto per fiati in mi bemolle maggiore di Beethoven. Il programma proseguirà sulle note di Mozart con la seconda Cassazione per orchestra in si bemolle maggiore KV 99 e l’aria da concerto Ah se in ciel, benigne stelle KV 538. Chiuderà il concerto la Seconda sinfonia di Beethoven.
I successivi appuntamenti saranno quelli del 28 gennaio con il poliedrico flautista Maurice Steger e di giovedì 4 febbraio con il violoncellista franco-tedesco Nicolas Altstaedt.
Tutti i concerti avranno inizio alle 20.30 e saranno offerti in videostreaming su www.osi.swiss o rsi.ch/live-streaming e in diretta radiofonica su RSI Rete Due.