Case anziani da oggi più protette dal virus

0
909

Già da oggi scattano in tutte le case anziani del Cantone misure a maggior protezione degli ospiti. Anziani che – in questo periodo di diffusione del coronavirus – sono considerati l’anello più debole della catena. Non sono scelte facili da prendere ma occorre guardare alle priorità: oggi la salute degli ospiti è la prima. Dopo alcuni giorni di riflessione a contatto stretto con il medico cantonale Giorgio Merlani, la definizione finale delle indicazioni è stata messa a punto mercoledì sera a Bellinzona dall’ADiCASI, Associazione dei Direttori delle Case per Anziani della Svizzera Italiana. Ne fa parte Fabio Maestrini, direttore degli Istituti Sociali di Chiasso, al quale chiediamo in cosa consistono le nuove regole valide da Chiasso al San Gottardo. “Per quanto riguarda le visite, viene chiesta una restrizione della fascia oraria in cui siano consentite. Ogni casa per anziani può organizzarsi come vuole, l’importante è che siano ridotti i tempi di apertura e che le stesse visite siano limitate ai familiari o alle persone di stretto riferimento. Inoltre deve valere il divieto assoluto di ingresso a chi manifesta sintomi influenzali. L’accesso sarà quindi sorvegliato ed è anche per questo che occorre ridurre i tempi delle visite”.

Continua a pagina 2