Calano gli abitanti dei due poli

0
1090
Una strada cittadina dove si allineano le abitazioni: Mendrisio ha “perso” 78 abitanti negli ultimi dodici mesi.

All’alba del nuovo anno si tirano le somme. Le cancellerie comunali fanno i conti e illustrano i cambiamenti registrati dal profilo demografico negli ultimi dodici mesi. A iniziare dal capoluogo che ha “perso” 78 abitanti. La popolazione di Mendrisio contava, il 31 dicembre scorso, 15’562 abitanti: 4235 attinenti, 5677 ticinesi, 2076 confederati, 3485 stranieri e 11 apolidi. Gli uomini (7516) sono in numero inferiore rispetto alle donne (7968).
Di particolare interesse è il movimento della popolazione registrato nel corso del 2019. I nuovi arrivati in Città sono stati complessivamente 1208, mentre le partenze si contano in numero di 1130. I nuovi nati sono stati 73, a fronte di 162 persone decedute. I matrimoni hanno sfiorato quota cento, “fermandosi” a 99.
Anche l’attività politica di un intero anno è stata sintetizzata in cifre: il Consiglio comunale ha tenuto sei sedute, mentre il Municipio si è riunito 46 volte.

Anche il secondo polo del distretto, Chiasso, ha visto assottigliarsi il numero dei residenti che dal 31 dicembre 2018 alla fine dello scorso anno sono scesi sotto la soglia delle otto migliaia, passando a 8114 a 7874. I numeri aggiornati, forniti ieri dalla cancelleria comunale, cifrano in 1824 gli attinenti, 2099 i ticinesi, 672 i confederati, 1756 gli stranieri, 1464 i dimoranti e 59 i confinanti residenti.
Le nascite, negli ultimi dodici mesi, sono state 43 (contro le 56 del 2018), mentre i decessi sono stati 106, esattamente come nell’anno precedente. Nel 2019 si sono celebrati 18 matrimoni (erano stati 33 nel 2018).

Tra i primi a presentare la statistica figura anche il Comune di Stabio che ha rilevato un calo di 57 abitanti: i residenti sono passati da 4611 a 4554. Il saldo naturale è negativo (-10); il movimento della popolazione tra gennaio e dicembre 2019 si è rivelato importante con 272 arrivi e 313 partenze.
Le donne sono in numero maggiore rispetto agli uomini (2285 contro 2269); gli over 65 (946 in totale) superano i giovani sono i diciotto anni (871). Tra gli abitanti di nazionalità straniera (1069 in totale), la grande maggioranza (855) sono in possesso del passaporto italiano. Seguono i cittadini portoghesi (42) e dello Sri Lanka (33). Le naturalizzazioni nel corso dell’ultimo anno sono state diciannove.
Il computo presenta dati sostanziali in relazione alla composizione dei nuclei famigliari. Quelli formati da una sola persona sono 1022, 549 le famiglie che contano due membri, 330 con tre, 271 con quattro, 59 con cinque, 9 con sei e una formata da 11 persone.

Riva San Vitale ha guadagnato tre nuovi abitanti nel 2019, raggiungendo quota 2699. Gli svizzeri rappresentano oltre l’80% del totale (di questi gli attinenti sono il 24%, i ticinesi il 43.76%). Gli arrivi hanno superato abbondantemente le partenze (322 contro 280). Le nascite sono state 17; 22 i decessi.
L’attività, a livello comunale, si è rivelata intensa. L’Esecutivo si è riunito in seduta 46 volte adottando 577 risoluzioni. Il Legislativo ha tenuto due riunioni durante le quali ha deliberato su 13 messaggi municipali. I matrimoni celebrati sono stati nove.
Lo “sportello energia” ha effettuato 8 consulenze in ambito di efficienza energetica dei fabbricati e dell’uso di energie rinnovabili nell’edilizia: il numero raggiunge il centinaio considerando il servizio a partire dal 2012. I contributi alla sensibilizzazione della cittadinanza verso l’ambiente riguardano anche i rimborsi di abbonamenti arcobaleno (156), le 302 carte giornaliere flexi vendute e gli 85 rimborsi parziali di carte per più corse. Il Comune di Riva San Vitale ha infine accolto 22 richieste di sussidio per bici elettriche e restituito 42 rimborsi parziali per l’acquisto di benzina alchilata.

Nell’arco di un anno, la popolazione del Comune di Novazzano si è ridotta di 45 unità: i residenti sono passati da 2383 a 2338. Le donne rappresentano sempre la maggioranza: 1208 contro 1130 uomini. Gli svizzeri compongono l’82.16% dell’insieme degli abitanti; fra gli stranieri la comunità italiana è la più numerosa, con 292 cittadini della vicina Repubblica.
Nel 2019 si sono contati 11 nuovi nati, a fronte di 23 persone decedute.
La piramide d’età fa balzare immediatamente all’occhio che la fascia d’età più consistente è quella dei cittadini tra i 50 e i 54 anni. La statistica rende noti anche 9 “over 95” e 75 bambini di età inferiore ai quattro anni.