Un anno di Filanda, si allargano gli spazi

0
1503
L’incontro con i media. Da sinistra Carlo Croci (presidente dell’Associazione LaFilanda), Paolo Danielli a capo del Dicastero museo e cultura della Città, Stefano Vassere quale direttore del Sistema bibliotecario ticinese, Simone Soldini caposervizio museo e cultura di Mendrisio e Agnès Pierret direttrice del Centro LaFilanda.

Non sarà un appuntamento auto-celebrativo ma piuttosto un momento per ringraziare tutti coloro che si sono spesi affinché decollasse nel migliore dei modi questa formula culturale e al tempo stesso sociale. A Mendrisio, la Filanda compie un anno e questa domenica 15 settembre si festeggia. Tutta la popolazione è invitata a sottolineare il traguardo di questa realtà che vive e pulsa nel cuore del Mendrisiotto e del Basso Ceresio. Sono previste porte aperte dalle 9 alle 21 con la presentazione delle varie attività che vi si svolgono, con musica e sorprese per tutti oltre alla possibilità di visitare l’Archivio storico del Comune (quartieri compresi, ovviamente). Il momento ufficiale sarà alle 17 con interventi dei rappresentanti della Città di Mendrisio, del Sistema bibliotecario ticinese e dell’Associazione LaFilanda. Durante tutta la giornata sarà a disposizione una piccola ristorazione. Il primo compleanno del Centro culturale LaFilanda coincide con il 150° anno dalla costruzione dell’edificio stesso a Mendrisio. A soli 12 mesi di vita, per la Filanda si prospetta già un ampliamento da realizzare al piano superiore con spazi ulteriori per la biblioteca e locali per incontri. L’affluenza è continua: si parla di 350 visitatori registrati in media ogni giorno.

Servizio a pagina 3