AS Coldrerio: una promozione storica nell’anno del 75°

0
1790

Il Coldrerio ha vinto la volata finale conquistando una brillante promozione in Seconda Lega: “Un traguardo storico nell’anno del nostro 75esimo”, dichiara un euforico Andrea Luisoni, presidente ASC.

Una promozione rincorsa a lungo e meritatamente conquistata. Bella e avvincente la lotta che si è manifestata nel gruppo 1 di cui sono state protagoniste, oltre al Coldrerio, Malcantone e Collina d’Oro.

Presidente Luisoni, a chi dà i meriti di questo agognato traguardo?

Direi un po’ a tutti. Sicuramente il merito principale è della squadra: il grosso lavoro sul campo, allenamenti e partite l’hanno fatto i giocatori e lo staff tecnico. Però dietro a loro c’è un comitato che in questi ultimi cinque anni – con lo stesso allenatore – ha fatto un grande lavoro. Ritengo giusto esaltare la società in quanto reperire fondi oggi, come ben sappiamo, non è facile.

Con Fabbri avete instaurato un lungo e proficuo rapporto:

Maurizio è arrivato sulla panchina della prima squadra in circostanze curiose. Il giorno prima dello spareggio-salvezza a Monte Carasso con il Tenero/Contra – parlo di cinque anni fa – l’allenatore Lorenzon aveva avuto un malore. Fu allora giocoforza affidare la conduzione della squadra a Fabbri (che avevamo intervistato per la prima volta proprio in quell’occasione, ndr). Da lì è partita la sua e nostra “avventura”: una bella storia da raccontare!

A quando i festeggiamenti ufficiali?

La promozione naturalmente l’abbiamo in parte già festeggiata, per il 75° il comitato ha previsto una serata speciale con tutti i tifosi e la popolazione. Il programma preciso non è ancora stabilito, posso però anticipare che faremo onore a questi due eventi tra il 26 e il 31 agosto.

Che Coldrerio vedremo in Seconda Lega?

Il nostro vanto è di riuscire a portare ogni anno qualche giovane del Raggruppamento (Castello-Coldrerio) in prima squadra, costituita per lo più da forze della regione: non prevalentemente di Coldrerio in quanto oggi con tutte le realtà calcistiche che abbiamo nel distretto è difficile reperirne. A parte alcuni elementi che arrivano dall’Italia, la maggior parte di loro è comunque indigena. Per la prossima stagione cercheremo di confermare l’ossatura della squadra, un mix di giovani e giocatori di esperienza. Alcuni ci lasceranno per raggiunti limiti di età. Faremo in ogni modo del nostro meglio per allestire una squadra competitiva. Fabbri dovrebbe essere confermato.

Riabbracciate la categoria dopo tanti anni di assenza…

Se non vado errato accadde una quindicina di anni fa (stagione 2004-05) con “Dumbo” Valsangiacomo, una carissima persona (anche nei nostri ricordi, ndr).

Il livello, in ogni caso, cambierà!

Sicuramente sì, però quest’anno in Terza Lega ho visto partite talmente belle e addirittura superiori a tante di Seconda. Quelle che abbiamo disputato con Collina d’Oro, Malcantone e Rancate, tanto per citarne qualcuna, secondo me sono state giocate veramente a un livello eccezionale.

Per voi c’è ancora in palio il titolo di campione ticinese di Terza…

Esatto, la Federazione organizza la partita tra le vincenti dei due gironi (Coldrerio e Sementina) il 25 agosto, tre giorni prima dell’inizio del campionato (28). Cercheremo di fare l’en plein!