La Tomba del Vela è sotto il bisturi

0
1268

Una copertura di legno è stata posata in questi giorni sopra le statue della Tomba dei Vela al cimitero di Ligornetto: l’Ecce Homo e il Vela morente. Come una sorta di cassaforte gialla, la copertura di legno protegge le due opere in vista dei lavori previsti sul resto della struttura monumentale. Verranno presto posate delle impalcature. L’intervento inizierà il 6 maggio e le due statue saranno le ultime ad essere restaurate. La decisione di procedere a questo importante lifting è stata presa dal Municipio della Città. “Ci hanno comunicato l’avvio dei lavori di restauro e ne siamo molto contenti, anche se avremmo voluto che, a mettere le mani sul volto del Vela morente, fosse il nostro nipote restauratore…” spiegano Leandro e Curzio Vela, pronipoti del grande artista. La tomba monumentale fu edificata nel 1893 in stile neoclassico. Ne è proprietaria la Comunità Ereditaria di cui fanno parte i pronipoti Leandro e Curzio Vela insieme ad altri familiari (cfr. l’Informatore del 18 gennaio scorso). Il tempo stringe perché le opere in marmo bianco di Carrara si stanno deteriorando e perché il 3 maggio del 2020 ricorrerà il Bicentenario dalla nascita di Vincenzo Vela. Si prevede un costo di 70/80 mila franchi dai quali saranno dedotti i sussidi federali.