Monnalista… della spesa

0
1107

• Si può fare teatro su qualcosa considerato da tutti privo di qualsiasi interesse come le liste della spesa? La Monnalista gioca con ironia con queste “reali” liste della spesa per divertire il pubblico con intelligenza, spiazzando e conquistando la sua dose di surrealismo e imprevedibilità. Una performance teatrale che è anche un progetto performativo ed è firmato da Lorenzo Vergani, con Alessandro Pazzi, interprete. Per la tappa al Museo Vela di Ligornetto, autore e attore si sono riferiti e ispirati alle opere in collezione. L’insolita performance verrà presentata domenica 20 gennaio alle ore 11. E sarà proprio questo spettacolo ad inaugurare gli appuntamenti del programma collaterale al Museo sotto il titolo Nessun dorma.
La Monnalista è una performance che decontestualizzata le reali liste della spesa elevando al centro di uno spettacolo questi scarabocchi che vengono gettati con noncuranza non appena hanno svolto la loro umile funzione. Ogni giorno molte opere d’arte vengono abbandonate con colpevole negligenza presso i supermercati. Le possiamo trovare nei carrelli della spesa, vicino alle casse, accanto alle bilance per pesare la frutta. Aspettano solo di essere recuperate per finire esposte in un luogo consono al loro valore: le pareti di una galleria d’arte contemporanea. Sappiamo però che l’arte contemporanea è spesso molto concettuale: c’è bisogno della guida di un esperto perché anche il grande pubblico la possa apprezzare. E sarà proprio uno di questi esperti, un critico d’arte colto e appassionato, a incantare con le sue lezioni il pubblico de La Monnalista. Ogni lista della spesa presentata – “pezzo” autentico ritrovato presso un supermercato – sarà “recensita” e “recitata” dal critico colto con la stessa cura con la quale si affronta l’opera del più rinomato artista del panorama contemporaneo e non (Vincenzo Vela incluso).
Dopo i “barattoli” di Manzoni e il water di Cattelan, la provocazione artistica raggiunge un nuovo livello, quello dell’opera inconsapevole, prodotta da gente comune, e per questo speciale occasione, nelle sale di una casa-museo che conserva soprattutto opere dell’Ottocento. La Monnalista concilia umorismo, cultura e un pizzico di sociologia per affascinare gli spettatori parlando con il linguaggio alto, tipico della critica artistica, di una delle cose più trascurabili della nostra routine domestica. Lorenzo Vergani – che firma la performance – è un web designer, illustratore e scrittore.