Bocce, guardando agli Europei femminili

0
1749
Nell’immagine Sandra Bettinelli, a sinistra, e Germana Cantarini, le due capitane delle nazionali svizzera e italiana, mentre si scambiano i gagliardetti a Clusone (Bergamo), in occasione dell’ultima sfida, avvenuta due anni fa.

Da lunedì 17 a venerdì 21 settembre si disputerà il Campionato d’Europa femminile a squadre e individuale (individuale unicamente per la categoria Under 23). Sarà Sondrio, in Valtellina, la sede della manifestazione.

La relativa vicinanza al nostro Cantone indurrà parecchi appassionati a recarsi nella cittadina valtellinese per seguire le performances delle giocatrici rossocrociate. Tanto più che saranno tutte ticinesi. Il Commissario tecnico della squadra femminile Remo Genni ha infatti convocato, in rigoroso ordine alfabetico, Alice Bernaschina (Riva San Vitale), Sandra Bettinelli (Riva San Vitale), Anna Giamboni (La Gerla) e Laura Riso (La Gerla). Il meglio che offre, di questi tempi, il movimento bocciofilo in “rosa”.
L’organizzazione del Campionato è curata dalla Confederazione Europea Raffa (CER), nata due anni or sono sulle ceneri dell’EBA (European Bowl Association), sempre presieduta dal milanese Bruno Casarini. Il responsabile della commissione tecnica è Dino Amadò (Buochs) che mantiene la funzione di responsabile del Centro tesseramento della FSB.
Il Campionato si inizierà lunedì con l’arrivo delle delegazioni, la cerimonia di apertura e le decisioni più propriamente tecniche: sorteggi, piani di gara e altro ancora. Si concluderà il venerdì con la disputa delle finali e l’assegnazione delle medaglie.
La delegazione svizzera partecipa con non poche ambizioni. Si ritroverà di fronte, more solito, la favorita Italia guidata dalla ex-campionessa Germana Cantarini, passata dalle corsie di gioco alla panchina nel ruolo di tecnico. Ma molta attenzione si dovrà fare anche a qualche altra nazione emergente come la Turchia che dispone di un gruppo di giovanissime atlete in grado di compiere imprese notevoli come dimostrarono a Crema nell’ultima edizione del giochi.
Due delle quattro giocatrici sono tesserate presso la Società Bocciofila Riva San Vitale: l’esperta Sandra Bettinelli e la diciottenne Alice Bernaschina. Sandra e Alice sono due elementi essenziali della rosa della nazionale svizzera per due motivi diversi: la prima per la lunga e intensa esperienza in patria e nelle manifestazioni internazionali, la seconda per la freschezza e l’esuberanza che le derivano dai suoi diciotto anni.
Due anni fa a Clusone (provincia di Bergamo) si svolse un incontro bilaterale italo-svizzero. E le nostre si comportarono molto bene. Nel suo ruolo di capitano, Sandra Bettinelli scambiò i gagliardetti dei due Paesi con la collega Germana Cantarini. Quest’anno se la ritroverà in un ruolo diverso. Alice Bernaschina debuttò allora con la maglia rossocrociata e non accusò, apparentemente, troppe emozioni. Anzi, fu tra le migliori.
A non averne dubbi, le due giocatrici della nostra regione onoreranno la bandiera sotto la quale sfileranno in apertura dei Campionati. E con la bandiera renderanno onore a tutti i dirigenti del Mendrisiotto che in forme e con compiti diversi lavorano per lo sport delle bocce.

Nel weekend termina
il torneo al Mulino del Daniello
In questo fine settimana si concluderà il torneo a coppie del “Mulino del Daniello”. Ultime batterie eliminatorie questa sera, tempo permettendo.
E mattinata riservata alle fasi finali quella di domenica. Prima del brindisi, all’ora dell’aperitivo, proclamazione della formazione che avrà vinto la ventiduesima edizione della manifestazione che è divenuta un atteso e apprezzatissimo appuntamento popolare.
Quindi grigliata aperta a tutti (franchi 20 per gli adulti e franchi 10 per i bambini fino ai dieci anni) con musica e altri divertimenti.
I dirigenti della Bocciofila Ideal e il gruppo degli “Amici del Daniello” possono già dichiararsi molto soddisfatti per il successo della settimana ancora in corso.