Dopo le stagioni buie, arriva la festa in Via Odescalchi

0
1705
Il quartiere di via Odescalchi.

(p.z.) Dopo stagioni buie, arriva il tempo di risollevarsi per il quartiere di via Odescalchi a Chiasso. Per trasmettere un messaggio positivo a tutta la popolazione, il Municipio ha infatti deciso di organizzare una festa nel cuore dei palazzi più “caldi” per fatti di cronaca (ricordiamo gli ultimi due incendi capitati a Pasqua ma anche i fatti più gravi successi in precedenza). La festa si terrà domenica 29 ottobre dalle 10 alle 18 (in caso di maltempo sarà rinviata a domenica 5 novembre). Tutti sono invitati a partecipare e la giornata si rivolgerà soprattutto alle famiglie. Verrà decorata la facciata dei palazzi che delimita il parcheggio della festa: un segno anche simbolico.

“Sarà una giornata all’insegna dello stare insieme, con tanta musica, danza, giochi e proposte gastronomiche” ha anticipato Roberta Donadini (Ril Eventi) durante l’incontro di martedì con i media. Quello proposto nella cittadina è un passo concreto per dimostrare che integrazione e condivisione possono essere un’occasione per stare insieme con allegria e spensieratezza. La festa avrà luogo presso il parcheggio adiacente all’area di servizio Piccadilly e al negozio Coop di via Comacini. In mattinata saliranno sul palco alcuni gruppi locali che presenteranno dimostrazioni e coreografie (Wing Chun Kung Fu e Hip Hop). Musica latino americana (A Bailar!) accompagnerà il pranzo mentre alle 15 è in programma lo spettacolo “Mille bolle” espressamente ideato per i bambini ai quali sarà offerta anche una golosa merenda. Infine, dalle 16 è previsto un concerto reggae fino al termine della manifestazione. Durante la giornata sarà allestito un piccolo mercato, stand gastronomici e un’area giochi con gonfiabili, laboratori e tante sorprese. Si potrà pranzare sul posto (street food a prezzi modici) gustando cibo occidentale o specialità etniche che saranno proposte in collaborazione con alcuni residenti del quartiere e grazie alla collaborazione con l’Ufficio socialità del Comune. In quest’avventura, il quartiere e il Municipio sono supportati da realtà private molto connesse al comparto.

• Migliorie ai palazzi
Al di là della festa che potrà essere un momento forte, contano a risollevare il morale del quartiere gli interventi realizzati dalla nuova proprietà dei blocchi di palazzi che contengono 160 appartamenti. “Lavori di riordino e manutenzione; – ha sottolineato il sindaco Bruno Arrigoni – riteniamo che sia la strada giusta ma c’è ancora molto da fare e lavoriamo con il gruppo di lavoro che si è creato e con la Polizia comunale che effettua controlli frequenti a titolo di prevenzione”. Di fatto, è stato spiegato ai media che quattro persone definite “problematiche” sono state allontanate. Si rileva inoltre che sono diminuite le tensioni o liti fra richiedenti l’asilo di etnie diverse. Inoltre sono stati conclusi alcuni interventi di messa in sicurezza degli stabili dal profilo anti-incendi. “Il cambio di proprietà è stato fondamentale in questo percorso di miglioramento – ha sottolineato la capodicastero sicurezza pubblica Sonia Regazzoni Colombo – gli interventi eseguiti rendono più piacevoli gli edifici. La popolazione può venire a vederli! I residenti li hanno apprezzati”. Ora i portoni si chiudono! Sono state dipinte le scale, cambiati gli infissi, è stata rifatta la segnaletica nei parcheggi. Sono state sistemate le siepi e strappate le erbacce negli spazi verdi. Per non dire delle pulizie! “Dopo periodi difficili ora ci fa veramente piacere mettere in luce questo quartiere per un’iniziativa positiva” ha concluso la municipale.