Riva U19 campione svizzero

0
1807
Goia in campo.

Semifinale
Riva – Helios Sion: 67-55
(7-10; 23-23; 46-38)
Hanno giocato: Augugliaro 17, Sebastiani 2, Brussolo 10, Caccivio ne, Ghidossi 9, Polite 10, Equati 5, Kerkhof 8, Giannoni, Cavadini 6, Iocchi.
Finale
Elfic Friborgo – Riva: 37-48
(7-10; 22-17; 30-32)
Hanno giocato: Augugliaro 6, Sebastiani, Brussolo 13, Caccivio, Ghidossi 10, Polite 4, Equati 8, Kerkhof 2, Giannoni 1, Cavadini 4, Iocchi.
Riva Campione Svizzero U19! Questo il responso della due giorni di Bellinzona che assieme alla Coppa Ticino e al Campionato cantonale regala alle ragazze di coach Valter Montini uno storico Triplete! Le biancoazzurre riportano in Ticino il titolo dopo quattro anni proprio in occasione dei festeggiamenti per i 75 anni dell’ATP, interrompendo l’egemonia dell’Elfic Friborgo.
Arrivate all’atto finale non certo per recitare il ruolo della cenerentola, le ragazze di Riva hanno affrontato, in semifinale, l’Helios Sion non prima di aver assistito alla vera sorpresa di queste finali ovvero l’eliminazione delle favorite del Lancy-Ginevra ad opera di Friborgo. L’avvio è contratto (1-10 per Helios dopo 5’), ma il riscatto è immediato fino alla parità sul 23 all’intervallo lungo. Al rientro dagli spogliatoi Riva si presenta con una faccia diversa. Aggressiva in difesa ed efficace in attacco, piazza un primo colpo che fa barcollare Helios: parziale di 13-5 in 5’ e allungo che risulterà decisivo. All’ultima sirena il parziale è immutato (46-38). Negli ultimi 10’ Helios prova il tutto per tutto segnando tre triple consecutive, ma Riva c’è e conquista meritatamente la finalissima!
In finale l’ostacolo è l’Elfic Friborgo, formazione di lunga tradizione di finali che deve però fare a meno della sua giocatrice faro Charlotte Kohler infortunatasi in semifinale. Il piano partita è di limitare le tiratrici dall’arco cercando di non tirare troppo la coperta per non scoprirsi sotto. Pronti via e 5-0 per Friborgo, con le biancoazzurre che ancora una volta faticano a rompere il ghiaccio. Passati i primi minuti di assestamento la gara vive in equilibrio con Riva che chiude avanti il primo quarto (7-10) e Friborgo che risponde nel secondo, conducendo all’intervallo di cinque lunghezze (22-17). Aggancio del Riva a metà terza frazione e nuovo sorpasso. All’ultima sirena il vantaggio momò è risicato (30-32). Capolavoro negli ultimi 10’ con un parziale di 16-7. Riva ci crede e morde in attacco e in difesa, Friborgo nel momento decisivo perde la testa (tecnici a Jacquot e Delaquis per proteste, antisportivo a Butty) e regala alle avversarie la meritata passerella. Alla sirena finale scattano i festeggiamenti tra pianti e urla di gioia con le ragazze avvolte dal caloroso abbraccio di amici e parenti accorsi in massa al Palasport di Bellinzona. La capitana Equati può finalmente alzare al cielo la Coppa, Chicca Ghidossi e Marghe Brussolo procedono al rituale taglio delle retine. Può partire la festa, Riva è Campione! Il successo è partito da lontano, con un nucleo storico che, alla quarta final four in cinque anni, può finalmente salire sul gradino più alto. Questa volta le rivensi sono le migliori della Svizzera!
Un risultato ottenuto con la forza del gruppo che ha saputo soffrire insieme nei momenti difficili, ma che mai ha perso la sua identità. Tutte si sono messe al servizio delle altre per il bene comune, rinunciando a volte a qualcosa di personale. Nessuna delle squadre presenti ha potuto ruotare 11 giocatrici senza che il rendimento della squadra subisse scossoni. Ancora una volta le scelte della società del presidente Markesch hanno pagato dividendi, segno che la strada intrapresa è quella giusta. L’anno scorso titolo U14 e Coppa Svizzera con la serie A, quest’anno titolo U19: sì il duro lavoro paga! E dietro le neo campionesse svizzere il movimento giovanile è vivo e promette molto bene!