Peschiera vince “Arte e bocce”

0
2344

La prima delle due gare del “Maggio boccistico”, quella regionale a coppie, non ha riservato molte soddisfazioni ai giocatori della nostra regione. Ha vinto la coppia di Biasca di Valentino Ortelli e Luca Rodoni, formazione che sta vivendo un periodo di forma eccellente.
Si sono classificati terzi (comunque un buon piazzamento!) Marco Casella e Moris Gualandris della Centrale di Novazzano. I due hanno nelle corde risultati ancora migliori. Se ci è concesso un accostamento con lo sport dei motori, oseremmo dire che non sempre riescono a mettere sulle corsie di gioco (sulle piste) tutta la potenza dei cavalli di cui dispongono. Ma sono molto sovente grandi protagonisti delle nostre gare. Basti ricordare che lo scorso febbraio hanno vinto la nazionale a coppie della Stella Locarno con le finali a Gordola.
Un buon piazzamento l’hanno conseguito anche Emilio Montelli e Davide Valsangiacomo della Cercera, finiti quinti.
Ben diverso il discorso relativo alla seconda gara della settimana chiassese. Nel torneo nazionale individuale, il Gran Premio “Arte e bocce”, ben tre atleti della nostra regione si sono classificati nei primi quattro posti.
Ha vinto ancora una volta Rodolfo Peschiera, il rullo compressore che spopola da qualche anno nei tornei di tutta la Svizzera. Impressiona la facilità con la quale sa imporsi in ogni tipo di gara. Sono davvero pochi i giocatori che lo sanno contrastare con efficacia. Più volte abbiamo esaltato le sue doti tecniche. Domenica le ha di nuovo mostrate al pubblico che ha gremito il Palapenz e che lo ha applaudito alla fine di ogni partita vinta.
Bello è stato il derby, nei quarti di finale, con l’amico e compagno di Club Eric Klein. Bello perché giocato da entrambi con spirito combattivo e spettacolare. Battaglia aperta fino al termine: 12 a 11 il risultato per Peschiera. Il quale, in semifinale e in finale, ha sbrigato velocemente i due impegni.
Tre su quattro, dicevamo. Al secondo posto ritroviamo ancora il biaschese Valentino Ortelli, già vincitore del torneo a coppie del venerdì e mattatore della settimana chiassese. Terzi due giocatori autori di due ottime prestazioni: il giovane Aramis Gianinazzi dell’Ideal di Coldrerio e Alberto Turesso della Centrale di Novazzano.
Il movimento bocciofilo che si illustra in ogni occasione a sud del ponte di Melide ha dunque firmato ancora una bella impresa.
Dopo alcuni anni, il Gran Premio “Arte e bocce” è torneo alle origini e ai contenuti originali della sua denominazione.  Accanto alle buste e ai ricchi cestoni alimentari, i finalisti sono infatti stati premiati anche con quattro opere d’arte.
Antonio Galli, la persona di riferimento della Bocciofila San Gottardo, ha trovato in Giorgio Raggi, chiassese doc., un artista disponibile. Suo papà Gino fu pure un valente giocatore di bocce. Oggi Giorgio coltiva intensamente la sua passione per l’arte. Le quattro opere in palio nel torneo di Chiasso sono un valore a sé, ma pure un riconoscimento nei confronti dello sport delle bocce, molto graditi dai vincitori.

Sono in corso le fasi preliminari del Campionato Ticinese a squadre. Si è giocato lunedì, martedì e mercoledì. Questa sera ancora un turno che vede impegnate tutte le squadre delle Società del Mendrisiotto. Ce n’è per tutti i gusti.