Scudellate e i migranti

0
1754

• (red.) “Dal profilo umano, nulla da obiettare. Esistono aspetti, tuttavia, che devono essere approfonditi”. Giuseppe Tettamanti, sindaco di Breggia, si esprime a titolo personale. Il Municipio tornerà a riunirsi lunedì 11 gennaio e discuterà dell’opportunità che l’Ostello di Scudellate – gestito dalla Società Pro Asilo – ospiti gruppi di richiedenti l’asilo, prima di concedere l’approvazione. Molteplici, secondo il sindaco, sono le questioni da valutare: le caratteristiche dell’edificio, ma soprattutto la realtà della frazione in alta Valle di Muggio che non offre sicuramente, soprattutto durante il periodo invernale, grandi possibilità di svago. “Sarebbe ideale poter trovare un’occupazione per i migranti…”. Altre esperienze che hanno coinvolto in passato richiedenti l’asilo in Valle di Muggio, impegnati in lavori di pubblica utilità, hanno avuto un esito soddisfacente. Da non sottovalutare anche il fatto che a Scudellate si contano 23 residenti e che l’Ostello potrebbe ospitare una trentina di profughi, di età compresa tra i 18 e i 30 anni. Il discorso sarebbe diverso – prosegue Tettamanti – se si potesse dare un tetto a delle famiglie…

Tra la popolazione, la notizia ha sollevato più di un interrogativo. In una nota giunta in redazione, firmata da Lorella Castellini, abitante di Scudellate, si esprime un certo malcontento, anche in relazione al fatto che i domiciliati non sono stati interpellati. Innanzitutto perché, in un primo tempo, i residenti erano stati informati della possibilità che in paese sarebbero giunti ragazzi eritrei tra i 12 e i 17 anni.
Come è possibile – rileva – che Cantone e Croce Rossa acconsentano all’impiego di una struttura non idonea a ospitare alunni delle scuole, in quanto i servizi igienici sono limitati? Si avanzano poi dubbi legati alle condizioni di sicurezza, in un luogo isolato e con molte case disabitate e all’occupazione del tempo da parte degli ospiti. “Essendo persone adulte, avranno la libertà di uscire con controlli entro alcuni limiti… ma nel piccolo paesino di Scudellate, che svaghi potranno mai trovare?”.