Il Generoso che verrà

0
1877

Tra un anno, verso la fine del 2016, il nuovo complesso turistico sulla Vetta del Monte Generoso verrà inaugurato. ma bisognerà attendere fino alla primavera dell’anno successivo per dare il via alla prima stagione turistica.


Ieri la Ferrovia Monte Generoso SA ha presentato lo stato dei lavori. L’edificio è ormai a tetto e il 2016 sarà dedicato soprattutto agli interni, che pure saranno curati da Mario Botta, cui Migros ha affidato il delicato compito di progettare una costruzione che ben s’inserisca nel contesto paesaggistico della montagna. La complessità dei lavori e le condizioni metereologiche non sempre favorevoli hanno determinato ritardi nei programmi, tanto che non è stato possibile, come avrebbe desiderato l’impresa, festeggiare quest’anno i 125 anni della ferrovia.
La “nuova” destinazione Monte Generoso è chiamata ad una missione importante: favorire il rilancio del turismo regionale e cantonale che da qualche anno si trova in una crisi profonda. Il progetto finanziato dalla Migros, con un investimento di oltre 20 milioni di franchi, risponde, almeno in parte, ad una delle richieste più pressanti degli operatori del ramo: l’urgente rinnovo e ammodernamento delle infrastrutture ricettive, all’insegna della qualità del servizio offerto agli ospiti. Il progetto che sta per essere terminato sulla Vetta del Generoso è importante anche dal punto di vista del rispetto della natura: recupera ritardi che si erano resi evidenti quando si scoprì che sul versante di Melano c’erano tracce di dispersioni fognarie a contatto con le fonti d’acqua.