Radio- studenti, il progetto cresce

0
1555

(n.c.) “Ai giovani non piace più la radio”. Com’è possibile allora che esista un network cantonale radiofonico studentesco? Durante maggio scorso è nata Analfabeti, un’associazione giovanile che si prefigge, tra le altre iniziative, di sfruttare il canale radiofonico come principale mezzo di comunicazione per dare voce ai giovani. A questo fine Analfabeti ha creato un network – chiamato Nettune – patrocinato da Radio Gwendalyn che raccoglie le tre web-radio studentesche esistenti nei licei della Svizzera Italiana. Nettune (nettune.ch) accoglie sotto la sua digitale ala protettrice tre redazioni di studenti: Radio LiMe (Liceo Mendrisio), Radio JungleCiani (Liceo Lugano 1) e Radio Rock’o’Lin (Liceo Lugano 2).

 

Nel 2010, durante un workshop gestito da Radio Gwen alle giornate autogestite del Liceo di Mendrisio, nasce l’idea di creare un canale radio studentesco del liceo che non solo sarebbe stato dedicato agli studenti ma addirittura gestito e organizzato dagli stessi, sempre contando sull’aiuto di Mamma-Radio Gwen. È nata così, cinque anni fa, Radio LiMe (radiolime.ch). L’ideologia alla base di Radio LiMe è quella di creare un’attività extrascolastica che permetta a qualunque studente liceale di entrare a fare parte della redazione e poter curare autonomamente o insieme ad altri redattori delle rubriche, dei servizi d’attualità o di informazione, dei radiodrammi oppure semplicemente dei mixtapes, avendo sempre la possibilità di portare nuove proposte o iniziative. La redazione si suddivide gli incarichi istituendo vari ruoli che spaziano dalla coordinazione dei servizi, alla regia e gestione della parte tecnica, all’animazione radiofonica durante le dirette. La radio del LiMe è cresciuta molto durante gli ultimi anni facendo virtù della forzata e progressiva sostituzione dei suoi componenti e migliorando il lato tecnico e informatico. Tra le ultime novità c’è anche la fruttuosa collaborazione con Baobab Ora Buca di Rete Tre che continua da oltre un anno offrendo grandi possibilità di sviluppare e aumentare la mole di ascoltatori che per scelta della redazione stessa non viene mai sondata. Durante le giornate di autogestione dell’anno scolastico appena terminato, Radio LiMe e Rete Tre hanno trasmesso in diretta combinata su entrambe le emittenti. Gli ascolti si sono affermati attorno alle 90’000 persone, un traguardo decisamente importante per una radio fondata con l’obbiettivo di essere d’intrattenimento ed educativa più per i redattori che per gli ascoltatori stessi. La radio studentesca del Liceo di Mendrisio non pone nel proprio mirino una specifica categoria di persone, bensì si rivolge a tutti coloro che desiderano avere uno punto di vista del mondo che venga da giovani compresi tra i 15 e i 19 anni circa, oppure ascoltatori che cercano delle rubriche che trattino di musica, viaggi, cucina, letteratura e via dicendo, oppure ancora amanti di radiodrammi o più semplicemente chi cerca solo un po’ di intrattenimento.
Dato il successo e l’esito indubbiamente positivo di questo progetto all’interno del Liceo di Mendrisio, recentemente anche gli studenti dei due licei di Lugano hanno voluto fondare le loro rispettive radio studentesche dando vita così a Radio JungleCiani del Liceo di Lugano 1 e Radio Rock’o’Lin del Liceo di Lugano 2, sempre con il fondamentale sostegno di Radio Gwen. Nonostante le due radio luganesi siano ancora prive di un canale di trasmissione indipendente e di un sito dedicato, sono spesso ospiti delle trasmissioni di Radio LiMe che si può ascoltare dal sito radiolime.ch cliccando sulla grande icona play in alto a destra oppure scaricando l’applicazione gratuita per Android e iOS. Le tre redazioni hanno successivamente iniziato a collaborare e scambiarsi esperienze, cosa che ha permesso, e permette tutt’ora, alle due neoradio di crescere a ritmo esponenzialmente maggiore rispetto a quello di Radio LiMe. Si è creata insomma una sorta di comunità ufficiosa di studenti redattori presso le tre diverse radio. Questo finché, pochi mesi fa, si è sentito il bisogno ufficializzare questa coesione, sia dal lato meramente organizzativo e burocratico che da quello dell’intesa effettiva delle redazioni.
Il progetto Nettune è destinato a crescere e svilupparsi, con l’obbiettivo di creare un network radiofonico studentesco esteso su tutto il territorio cantonale coinvolgendo anche altri licei e scuole medie superiori oltre a Mendrisio e Lugano. “Ai giovani non piace più la radio”. È solo un pregiudizio oppure esistono tutt’altro che rare eccezioni?