NUM: insegna a nuotare da 40 anni

0
1477

• Con l’organizzazione dei Campionati Ticinesi, svoltisi il 27/28 giugno scorsi alle piscine comunali di San Martino, la Società Nuoto Mendrisio ha messo la ciliegina sulla torta del suo 40° anno di fondazione.

Un traguardo importante per il sodalizio che, fedele ai suoi obiettivi, in questi otto lustri ha insegnato a nuotare a un altissimo numero di giovani e ne ha avviati molti all’agonismo. Un compleanno che ha festeggiato anche con un rinfresco per soci e amici e dopo i corsi di nuoto con ragazzi e genitori.

I primi passi
La storia della società inizia con la realizzazione dell’impianto balneare di San Martino, determinante per fondare un sodalizio che, quale scopo primo, si pone la diffusione del nuoto tramite appositi corsi.
La Società Nuoto Mendrisio nasce dunque formalmente il 4 giugno 1975. Le sue prime bracciate le compie con l’avvocato Spartaco Chiesa alla presidenza.
Subito promuove corsi di nuoto che ottengono un buon successo di partecipazione e provvede ad iscriversi alla Federazione svizzera di nuoto.
L’anno successivo, concluso il primo importante anno di rodaggio e considerato l’entusiasmo di una ventina di soci attivi, nasce un primo gruppo agonistico, allenato dal tecnico Ercole Buoninsegni proveniente da Chiasso.

Artemio Bernasconi motore della società
Nel frattempo cambia il presidente: Spartaco Chiesa cede il testimone ad Artemio Bernasconi che si rivelerà un autentico motore trainante per la neonata società. Bernasconi, infatti, è un grande appassionato di nuoto e anche un entusiasta e dunque si dedica anima e corpo al sodalizio, per il quale passa gran parte del tempo libero in piscina. Anzi, fin da subito si adopera per creare una struttura coperta dove i giovani agonisti possano allenarsi anche d’inverno, senza sottostare a trasferte dispendiose, per lo meno dal punto di vista del tempo.

Arriva la piscina coperta
Grazie all’ottima collaborazione con l’ente pubblico comunale, e sicuramente in tutto ciò aiuta il fatto che Artemio Bernasconi sia capotecnico di Mendrisio, la piscina coperta viene integrata nell’ampio edificio scolastico di Canavée, costruito in quegli anni.
Nel frattempo l’attività sociale si fa sempre più impegnativa, il settore agonistico sempre più ampio, gli allenatori più numerosi. A coordinarli ci pensa Christophe Pellandini, subentrato nel 1977 a Buoninsegni.

Arrivano titoli e record
Significativa appare comunque la progressione compiuta in pochi anni dai nuotatori del club mendrisiense, che conquistano titoli cantonali e record ticinesi. Tre sue esponenti vengono inserite nella nazionale giovanile e a poco a poco arrivano anche i primi successi in campo nazionale e internazionale. Poi tutto è una progressione, fino alla tragica morte, nel gennaio del 1986, a seguito di un incidente stradale, di Artemio Bernasconi.

Nasce la Mendrisiotto Nuoto
Superato lo shock della scomparsa del suo presidente, la società si riorganizza, porta avanti le trattative già in corso con la Società Nuoto Chiasso, finché nel maggio del 1986, gli sforzi dei due sodalizi approdano alla fondazione della NUM (Nuoto Mendrisiotto), finalizzata al nuoto agonistico, nella quale confluiscono i talenti delle due società.
Una strategia vincente e sicuramente innovativa (se si considera che in altri sport si è tentato di fare altrettanto senza tuttavia riuscirci). D’altronde, si dice che “l’unione fa la forza”, e in effetti i risultati ottenuti dai nuotatori della NUM sono lì da vedere: risultati eccellenti che permettono al sodalizio momò di far competere numerosi rappresentanti con quelli di club più blasonati e di inserirne alcuni anche nei ranghi della nazionale. Chi non ricorda i risultati della formidabile Sybille Späti?
Il tutto senza però rinunciare alle due “società madri” che continuano la loro opera formativa.

L’attività attuale
Marco Ferri, presidente da cinque anni della Società Nuoto Mendrisio, ma in seno al comitato già da 15, ci dice che gli scopi della società sono rimasti immutati. Essenzialmente si tratta di insegnare a nuotare a chi lo desidera. Con corsi invernali, che si tengono nella piscina di Canavée e anche nella piscina delle scuole comunali di Stabio e corsi estivi, per scolari, nell’impianto di San Martino. All’ultimo hanno partecipato in 200 circa ma, ricorda Ferri, quando le scuole terminavano a metà giugno abbiamo toccato punte di 350 ragazzi. Ora, chi vuole fare le vacanze ancora in giugno, deve partire subito, e così…

Swim 4 Fun e master
Tra le proposte della società c’è anche quella denominata “Swim 4 Fun”, rivolta a chi è nato tra il 1991 e il 2000 e non vuole fare dell’agonismo ma comunque tenersi allenato e progredire sotto la guida di un monitore.
La sezione master invece, è pensata per chi ha superato i 25 anni,  se la cava bene in diversi stili o ha già fatto dell’agonismo, vuole continuare a nuotare e magari anche, se i tempi lo consentono, partecipare e a qualche gara di categoria.
Iscriversi e informarsi è semplice, basta un clic! Nell’era dell’informatica la società ha colto l’opportunità di creare un proprio sito, consultabile all’indirizzo: www.societanuotomendrisio.ch