Identikit del Re del tiro di Airolo

0
1984

Simone Aostalli (18 marzo 1972), della Società di Tiro La Mendrisiense, ha conquistato con la pistola d’ordinanza di 25 metri, il titolo di “Re del tiro” in occasione del 7° Tiro storico del San Gottardo.
Sergente della polizia comunale di Chiasso, pluricampione cantonale delle forze di polizia, è riuscito ad arrivare al successo al Tiro storico di Airolo. Ha un sogno nel cassetto: aprire uno stand di tiro con annesso negozio/armeria.

Come ti sei avvicinato allo sport del tiro?
Devo ringraziare mia sorella Roberta (agente di Polizia) che mi ha portato per la prima volta al poligono di tiro dei Civici Carabinieri di Lugano quando avevo 18 anni, è stata un’emozione fantastica perché ho provato per la prima volta una Sig 210/6 in calibro 9 mm, è stato amore a prima vista!
Successivamente mi sono appassionato al mondo delle armi, grazie al mio lavoro.
 
Che importanza riveste lo sport del tiro nella tua vita?
Io vivo per il tiro, mi dà grandi soddisfazioni, non è solo il mio hobby ma è anche la mia professione perché sono un istruttore di tiro presso la polizia di Chiasso e monitore di tiro nell’esercito.
 
Come e quanto ti alleni?
Come ogni tiratore sportivo mi alleno in modo mirato fissando degli obiettivi ben precisi, questo mi permette di raggiungere la piena forma prima di affrontare la gara di tiro.
Dipende poi da tanti fattori: lavoro, impegni familiari, di regola nella stagione sportiva che ha inizio a marzo e finisce a ottobre, vado al poligono di tiro due mezze giornate a settimana (ca. 6 h di allenamento).

Nel nostro Paese molte istituzioni si basano sul principio della milizia: cosa significa per te questo termine?
Per me significa “Coesione nazionale”, in caso di bisogno siamo uniti per difendere la nostra Patria.  
 
La Svizzera risulta essere il terzo paese al mondo in fatto di possessori privati di armi. Cosa ne pensi?
Penso che siamo invidiati in tutto il mondo,  il binomio cittadino/soldato è unico nel suo genere,  dimostra il nostro DNA.   
 
Elencare il tuo ricchissimo medagliere richiederebbe troppo spazio; qual è stata la tua più grande soddisfazione in campo agonistico?
Per rispondere alla tua domanda, posso dire che, personalmente, ho due grandi soddisfazioni in campo agonistico: la prima, sono stato sei volte Re del tiro al Campionato ticinese per agenti di polizia, posso garantire che il livello di tiro degli agenti in ambito nazionale si è alzato notevolmente! La seconda,  dopo diversi anni sono riuscito ad ottenere il titolo di Re del tiro Storico del San Gottardo 2014.