Davide Valsangiacomo vittorioso

0
1932

Davide Valsangiacomo è il diciassettenne che allo sport delle bocce si è avvicinato fin da quando era un ragazzino. Ora è un giovanotto in piena maturazione. La passione per le bocce lo ha però accompagnato senza interruzioni.

Abita a Tremona. Due curve tutte in discesa ed eccolo alla Bocciofila Cercera della sottostante Rancate, alla scuola bocce, ai preziosi insegnamenti dei suoi monitori, al legame stretto con la maglia. Ha trascinato con sé pure papà Ezio che lo accompagna sempre e che, per finire, è addirittura diventato dirigente del Club.
La presenza di Davide intorno e sulle corsie di gioco è sempre stata caratterizzata da molta discrezione e da altrettanta educazione. Mai, finora, un atteggiamento al di sopra delle righe, mai una parola eccessiva, né un gesto discutibile sia negli istanti di euforia, sia in quelli dello (sportivo) sconforto. Anzi! Sembra, agli occhi di tutti, che egli abbia a cuore i valori più importanti dello sport: palestra di crescita e di amicizia, rispetto per compagni e avversari, dedizione alla causa generale. Qualità che sono innate, ma pure coltivate.
In questo decennio Davide, mancino, ha giocato millanta tornei giovanili e non solo. Sovente i dirigenti della Cercera lo hanno chiamato per giostrare pure in tornei a squadre, grazie ai quali si cresce e si accumula preziosa esperienza.
È piacevole osservarlo concentrato sulle corsie di gioco, mentre pesa la boccia per preparare un accosto, o mentre la lancia attraverso il bel gesto tecnico del tiro.
Due settimane fa, in una gara promozionale individuale di Lugano, si è imposto nella categoria U18. Una bella soddisfazione!
Ma la settimana scorsa è stato protagonista di un torneo di ben maggior importanza. Ha vinto il campionato riservato ai giocatori di Mendrisio e dintorni. Una gara organizzata dall’Ideal di Coldrerio alla quale hanno partecipato in ottanta. E che vittoria! Basti ricordare che in finale ha superato per 12 a 11 nientemeno che il plurititolato “Tano” Solcà che aveva anche il vantaggio della corsia di casa.
Un’impresa davvero notevole per il giovane Davide. Un’impresa che, con ogni probabilità, gli aprirà le porte dei Campionati d’Europa a squadre che si giocheranno a Zurigo in settembre.
Indossare la maglia rossocrociata – se così sarà – siamo certi che per il giovane atleta-studente sarà un’emozione straordinaria che lascerà nel suo percorso sportivo e umano una traccia indelebile.
Per la cronaca, al torneo di Coldrerio si sono classificati terzi Valentino Cardinale e Gianni Trapletti (Cercera). Quinti Michele Gerosa e Carlo Quadranti (pure della Cercera), Bruno Corti (Romantica di Balerna) e Paolo Di Gianfrancesco (Riva San Vitale).

Gran Premio Bocciofila 84
Questa sera si conclude il “Gran Premio Bocciofila 84”, il torneo individuale organizzato dall’omonimo Club di Balerna. Delle due centurie di giocatori iscritti ai nastri di partenza, ne sono rimasti in lizza solo otto. Sono state selezioni impietose, anche perché la gara è stata onorata dalla partecipazione di tutti i migliori ticinesi e di alcuni protagonisti di primo piano della vicina Lombardia.
Al Palapenz, a partire dalle 20.00, ci sarà uno spettacolo da non perdere.