Acqua che sale e che scende

0
1692
Scudellate, giugno 2006 (FOTO FIORENZO MAFFI - Immagine digitale)

Un minuzioso lavoro di preparazione, affiancato a quello dei progettisti. Ora il Municipio di Breggia è pronto e questa sera, venerdì 16 maggio la popolazione di Muggio e dintorni verrà informata sui cantieri che prenderanno avvio lunedì 26 maggio.

Si tratterà di costruire   le condotte dell’acqua potabile e della fognatura a beneficio delle frazioni di Scudellate e Roncapiano, utilizzando i crediti approvati lo scorso anno dal Consiglio comunale. Un intervento combinato smaltimento-approvvigionamento per le due frazioni che permette di migliorare la gestione corrente che oggi deve fare i conti con pesanti oneri di manutenzione. Per quanto riguarda la fognatura – precisa il vice sindaco di Breggia Flaviano Cereghetti – l’opera permetterà di mettere in regola una situazione da decenni non più tollerabile, la dispersione delle acque luride. Esse verranno infatti convogliate con un sistema di condotte nel collettore di Muggio, a sua volta già collegato con l’IDA di Vacallo Pizzamiglio. Partendo da Roncapiano il tracciato raggiunge e segue la strada cantonale in direzione di Scudellate (nella foto); da Scudellate a Muggio il tracciato lascia la strada, attraversa la Breggia, risale a Rondagnoo fino a raggiungere Muggio.
In contemporanea iniziano i lavori per allacciare le due frazioni alla rete comunale dell’acqua potabile di Muggio, nell’ambito del progetto PCAI del Mendrisiotto, per quanto riguarda la Valle di Muggio, di competenza dei Comuni di Castel San Pietro (cui toccano gli interventi a Monte, Casima e Campora) e Breggia. I lavori richiederanno l’interruzione al traffico, per alcuni mesi, a partire dal 26 maggio, della strada cantonale tra Scudellate e Roncapiano e della strada comunale che va da  Muggio a Rondagnoo. Le due strade saranno chiuse al traffico  dal lunedì alle 7 alle 17.30 del venerdì e saranno agibili ai residenti il sabato e la domenica. Residenti e domiciliati sono già stati informati.
Verranno pure costruiti due nuovi bacini, in sostituzione di quelli vecchi esistenti, a Cabbio, per le necessità di Cabbio e Muggio e a Scudellate, per la popolazione di questa e della frazione di Roncapiano. Complessivamente vanno in cantiere opere per circa 8 milioni di franchi, da cui vengono dedotti sostanziosi contributi cantonali.Nel dettaglio gli investimenti sono questi: 990 mila fr per il serbatoio di Scudellate, 1’990’000 fr per il serbatoio di Cabbio (con relativi allacciamenti); 2’620’000 fr. per l’allacciamento dell’acqua potabile tra Muggio e le frazioni e 2’810’000 fr per la fognatura sullo stesso tracciato.
Nella medesima zona ci saranno anche cospicui investimenti privati, quelli della Monte Generoso SA che con una condotta di 2 km porterà la fognatura dalla Vetta a Roncapiano; da qui in poi le acque luride entreranno nella nuova condotta verso Scudellate e Muggio. Castel San Pietro, dal canto suo, porterà l’acqua potabile in Vetta e le AIL elimineranno le linee aeree tra Scudellate Roncapiano e Monte Generoso.