In terra momò i Campionati Europei di corsa d’orientamento

0
120

Pur avendolo sognato e sperato la SCOM non avrà un suo atleta in gara, anche se Tobia Pezzati è stato scelto come atleta immagine delle gare di Mendrisio. La città sarà però ben rappresentata da due pedine fondamentali e più precisamente da Giorgio Bernasconi quale tracciatore dei percorsi, coadiuvato da Raffaele Crivelli e Camilla Moreni, che si è assunta l’onere di rilevare e ridisegnare la cartina di gara. Molti altri saranno i volontari della società locale impegnati nell’organizzazione. Chi volesse respirare direttamente l’atmosfera di gara potrà lasciarsi coinvolge recandosi nell’arena, dove sarà installato un maxi-schermo sul quale, grazie alle telecamere della SSR/SRG, potrà seguire dal vivo tutti gli atleti impegnati sui percorsi. La tecnologia GPS consentirà di visualizzare sul maxi-schermo nella cartina di gara il punto esatto dove si trovano gli atleti e i loro spostamenti. L’andamento delle gare sarà commentato dagli speaker, che aggiorneranno il pubblico sui momenti salienti e, grazie al GPS degli atleti, potranno pure indicarne errori, tempi e scelte di percorso. I migliori 17 di ognuna delle tre batterie di qualifica, disputate nella mattina a Bellinzona, saranno qualificati per la finale. Come noto gli atleti svizzeri sono fra i più quotati anche in questa disciplina con i due campioni in carica Judith Wyder e Matthias Kyburz. Con loro quasi certamente si potrà ammirare e sostenere la ticinese Elena Roos, che due anni or sono in Cechia si era piazzata 6a, aggiudicandosi un diploma. Per i vincitori si prevede un tempo di gara di 15 minuti. Al temine, dopo la breve cerimonia dei fiori, seguirà quella ufficiale d’apertura dei campionati e la premiazione della gara sprint.

Il programma in sintesi:
Mendrisio, domenica 6 maggio, Finale Sprint (diretta televisiva).
16.00 partenza donne; 17.10 partenza uomini; 18.20 cerimonia dei fiori; 18.30 cerimonia d’apertura dei Campionati europei. 18.45 premiazione finale sprint.
Agli utenti della strada si chiede di prestare attenzione alle chiusure predisposte dalla polizia (vedi comunicato pag. 4).
Anche la seconda finale dei campionati avrà luogo in territorio di Mendrisio, mercoledì 9 maggio, nei boschi fra Meride e il Serpiano. L’arena stavolta sarà posta nei pressi del Camino Spinirolo dove sarà pure possibile seguire gli atleti su maxischermo coi commenti tecnici sulle gare di media distanza con tanto di tempi per i vincitori, stimati in 35 minuti. Anche in questa specialità il campione uscente è Kyburz, mentre la Wyder era stata superata dalla nuova signora dell’orientismo mondiale, la svedese Tove Alexanderson. Pure in questo caso sono previste batterie di qualifica il giorno precedente a Carona. Nel pomeriggio, dalle 14.00, si terrà la seconda tappa della 5 giorni internazionale, che permette a circa 800 orientisti sostenitori e accompagnatori di cimentarsi nei medesimi boschi calcati dai campioni. Chi lo desidera potrà iscriversi al momento in una delle tre categorie open.

Programma di questa giornata:
Serpiano, 9 maggio – Finale Media distanza: 10.00 partenza donne; 11.00 partenza uomini; 13.30 cerimonia dei fiori; 14.00 EGK 5 giorni svizzera 2a tappa.

Qualche numero sulla manifestazione: budget 1,5 milioni di franchi (raccolti grazie alla generosità di molti sponsor pubblici e privati); 400 collaboratori volontari.

EOC 2018
300 concorrenti di 30 paesi europei. 7 gare di cui 5 individuali (qualifica e finale sprint, qualifica e finale media distanza, lunga distanza) e 2 staffette ( mista sprint e classica nel bosco).

EGK 5 – Giorni svizzera
21 categorie femminili e 22 maschili; 2300 iscritti alle 3 gare nazionali; 800 iscritti alle due gare iniziali dai 10 anni fino agli ultra 80enni; 90% svizzeri, il resto da altri 22 paesi fra cui Giappone, Canada, Nuova Caledonia, Sudafrica, Australia.

BancaStato Scool cup
2800 allievi delle scuole ticinesi dalla 3° elementare alla 4a media, provenienti da 41 sedi di scuola elementare e da 11 di scuola media, gareggeranno lunedì 7 maggio a Lugano – Parco Ciani; responsabili Bea Arn e Caia Maddalena.