Gran Premio “Città di Mendrisio”: trionfa Peschiera

0
181
I protagonisti del Gran Premio.

Col 5° Gran Premio “Città di Mendrisio”, la Bocciofila Cercera ha voluto ricordare Daniele Gorla che da alcuni mesi riposa nell’aldilà. Daniele deve esserne stato fiero: la sua presenza è stata palpabile prima, durante e dopo il torneo.
Prima, poiché è stato onorato da una quantità di fotografie pubblicate sul programma, con il contributo di enti e amici, che ne hanno ricordato la vita e la passione per le bocce fin negli aspetti più reconditi.
Durante, poiché avrebbe apprezzato come pochi altri lo spettacolo che gli atleti gli hanno offerto: Rodolfo Peschiera, Ferdinando Paone, Alberto Turesso e Sandro Scura, per non citare che i primi quattro.
E dopo, poiché in occasione della cerimonia di premiazione il compito di ricordarne pubblicamente la sua figura se lo è assunto Renato Bullani, Presidente d’onore della Federazione Svizzera. Di Daniele Gorla, Renato Bullani ha ripercorso con espressioni accorate gli innumerevoli momenti nei quali il compianto ha saputo esprimere la competenza e l’entusiasmo, inimitabili, per il gioco delle bocce. Sono stati attimi di emozioni e di confortanti ricordi.

La gara è stata vinta da Rodolfo Peschiera (S. Gottardo di Chiasso) dopo un serratissimo duello finale con Ferdinando Paone (Sfera di Lugano), l’altro fuori categoria che da un semestre calca le corsie della nostra regione. Quanto sia stata tirata la partita lo dice il risultato: 12-11 a favore del chiassese. Peschiera e Paone, pur con caratteri differenti e spesso con tecniche di gioco dissimili, sanno offrire momenti agonistici di straordinaria spettacolarità sia negli accosti di gran precisione in ogni posizione delle corsie, sia nei tiri di raffa e di volo che lasciano con il fiato sospeso.
Anche la Centrale di Novazzano ha marcato presenza grazie al brillante 3° rango di Alberto Turesso, capace di giostrare su livelli che gli sono consoni.
Altri giocatori di Club momò si sono fatti onore. Al 5° rango si sono classificati Eric Klein (S. Gottardo) e Thierry Roldan (pure S. Gottardo). Al 9° rango, approdati quindi agli ottavi di finale, Aramis Gianinazzi e Alessandro Eichenberger (entrambi dell’Ideal), Milly Recalcati (S. Gottardo) e Ulisse Malfanti (anche lui della S. Gottardo) che ha approfittato di qualche settimana di congedo professionale per spazzolare con successo le bocce che tantissime soddisfazioni gli hanno procurato nella prima parte della sua carriera.
Ci aspetta un fine settimana intensissimo. Stasera e domani pomeriggio si concluderà sulle corsie del Palapenz il “Master a squadre” organizzato dalla Centrale di Novazzano. Dopo le fasi eliminatorie sono rimasti in corsa otto Club.
La gara cambia formula: spazio a tre differenti tornei nelle tre classiche discipline individuale, coppia e terna. I punteggi che saranno assegnati ai vincitori e ovviamente ai classificati, sommati insieme, stabiliranno la classifica finale.
Tutti gli incontri decisivi sono in programma nel pomeriggio di domani, sabato, a Chiasso, a partire dalle 14.

Domenica, sempre al Palapenz, si svolgerà il Campionato Ticinese a terne. Lo organizza la S. Gottardo. Le sessantadue formazioni si confronteranno su tutte le corsie del Mendrisiotto su su fino a Lugano. Le finali, nel pomeriggio di domenica, ci diranno i nomi di coloro che nell’albo d’oro della specialità succederanno a Marco Casella, Sergio Frigomosca e Moris Gualandris (Centrale) che lo scorso anno furono impalmati a Locarno.