Badilatti finalmente in rossocrociato

0
310
Sul podio.

Matteo Badilatti si impone nella Coira-Arosa e conquista il titolo di Campione svizzero della montagna. Yuri Marsico è 2° nella categoria Under 23. Ottime prestazioni anche al Giro del Giura e a Cavaria.
In una giornata di fine estate avversata dalla pioggia e dal nevischio, Matteo Badilatti, dopo il il 2° rango al campionato svizzero su strada, ha finalmente conquistato l’ambita maglia rossocrociata vincendo il Campionato svizzero della montagna. Classificatosi al 4° rango con lo stesso tempo del vincitore, al mattino ha fatto la differenza nella prova a cronometro nella quale ha staccato nettamente tutti gli avversari.
Ottima è stata pure la gara di Yuri Marsico, 3° al mattino e 2° nella gara a cronometro della categoria U23. Degno di nota il 3° rango di Roger Devittori, dal quale tutti i nostri giovani dovrebbero prendere esempio per il suo comportamento, che ha così accompagnato Matteo sul podio. Da sottolineare pure l’8° rango di Fausto Pasi-Puttini tra gli U17.

Classifica:
Elite: 1° Matteo Badilatti, VC Mendrisio-PL Valli in 1h 20’58”; 2° Emanuel Müller, Velomotion, 1h 21’25”; 3° Roger Devittori, VC Mendrisio-PL Valli 1h23’26”.Under-23: 1° Joel Suter, Roth-Akros Devo in 1h 21’19”; 2° Yuri Marsico, Italia, VC Mendrisio-PL Valli 1h 21’25; 3° Simon Brühlmann, Team Hörmann 1h 21’32”; 4° Lorenzo Delcò, UC Monaco 1h 22’23 (medaglia di bronzo).
Giro del Giura
gara internazionale UCI
Botta e Mäder sono stati protagonisti al Giro del Giura, disputatosi in clima invernale. La corsa si è decisa a circa 30 km dal traguardo, quando un gruppo di 13 corridori si è avvantaggiato sul resto del plotone. Nelle ultime fasi della gara i due momò sono stati purtroppo leggermente staccati.

Ordine d’arrivo:
Marc Hirschi, nazionale svizzera, km 174.1 alla media/h di km/h 41.82; 2° Patrick Schelling, Team Voralberg; 3° Fabien Lienhard, Team Voralbrg; 9° Davide Botta, VC Mendrisio-PL Valli a 12”; 11° Gino Mäder a 12”.

U17 in gara a Cavaria
Gli U17 momò sono stati protagonisti a Cavaria. Ivan Petrogalli ha animato la gara con una fuga in solitaria di 35 km, che gli ha permesso di raggiungere un vantaggio di oltre un minuto sugli inseguitori. la forte reazione del gruppo lo ha costretto alla resa a circa 20 km dal traguardo. Per lui c’è stata comunque la soddisfazione del 2° rango nel Gran premio della Montagna.

Ordine d’arrivo:
1° Giovanni Pagani, Team Giorgi, km 79 alla media di km/h 38,5. Così i mendrisiensi: 11° Loris Hochstrasser; 17° Christian Genini; 25° Ivan Petrogalli.