Melodie perenni a Vacallo

0
297
Filarmonica di Riva San Vitale concerto

È una grande serata di musica quella in programma sabato 16 settembre a Vacallo. Melodie intramontabili della più bella musica è il titolo dell’appuntamento che vedrà protagonista la Filarmonica comunale di Riva San Vitale diretta dal suo maestro Antonio Rezzonico.
In un luogo dove vissero e si confrontarono due mostri sacri del melodramma come Giacomo Puccini e Ruggero Leoncavallo, la formazione bandistica rivense proporrà brani che sono entrati nella storia.
Per onorare Puccini che nel paese all’imbocco della Valle di Muggio trascorse parecchio tempo componendo alcune delle sue pagine più memorabili, è ormai tradizione che il Comune di Vacallo organizzi un concerto di musica classica con orchestre di un certo spessore.
La scelta, quest’anno, è stata quella di invitare una filarmonica “nostrana” composta da dilettanti, seppur rinforzata da alcuni professionisti.
L’intento, spiegano gli organizzatori, è quello di sottolineare il grande valore culturale che sta dietro il lavoro di persone che regolarmente si riuniscono per confrontarsi con la musica, provano e riprovano e, con tempi certamente più estesi per rapporto ai professionisti, riescono a raggiungere risultati di elevata qualità.
Da mesi il maestro Rezzonico e i musicanti di Riva San Vitale stanno preparando il concerto per fare della serata di sabato 16 settembre un evento davvero speciale. I responsabili sperano vivamente in un tempo da “E lucevan le stelle”; nel caso il cielo farà le bizze, il concerto si terrà all’interno della palestra comunale.
Il programma si aprirà con Tannhäuser (marcia, Wagner), per proseguire con Faust (coro e marcia, Gounod) e con la popolare Marcia turca di Mozart. Di Giacomo Puccini la Filarmonica proporrà le celeberrime arie “Un bel dì vedremo” (Butterfly), “E lucevan le stelle” (Tosca), “O mio babbino caro” (Gianni Schicchi) e “Nessun dorma” (Turandot). Il concerto proseguirà quindi con “Villaggio in festa” (Rezzonico), “Moment for Morricone”, “I magnifici 7” (Bernstein) e Guglielmo Tell (marcia, Rossini).
L’ingresso sarà libero e gratuito.