Le storie nate in “Stüa”

0
259

“Tra rinnovamento e tradizione” è il motto che contraddistingue la 21.ma stagione concertistica del Settembre Musicale di Riva San Vitale. L’inizio col botto è garantito e rappresentato proprio dal rinnovamento. Di tanto in tanto vengono infatti presentate delle novità. Quest’anno, per la prima volta, il Settembre Musicale presenta al suo affezionato pubblico un progetto musicale molto particolare di un eclettico musicista ticinese, Marco Santilli. Si tratta di sue composizioni che gli erano state commissionate dal Festival internazionale Alpentöne di Altdorf nel 2015. Per la prima volta un quartetto jazz incontra un quintetto classico, in un viaggio sull’asse nord-sud, con doverosa sosta a Riva S. Vitale. Il risultato di questo strano incontro è… tutto da gustare. Si tratta di un immaginario di suoni alpini completamente nuovi. Marco Santilli’s CheRoba & il Fiato delle Alpi è una formazione di 9 musicisti assolutamente inedita. Sono tutti professionisti che Santilli ha saputo riunire “pescandoli” dalle migliori orchestre. L’autore, per costruire il suo progetto musicale, è partito da una sua storia, vissuta durante l’infanzia, quando aiutava il nonno, che era custode del Museo di Leventina. La Stüa, in questo caso, non è la stufa (come si potrebbe pensare nel nostro dialetto del Mendrisiotto), bensì il soggiorno che, per Santilli, era il locale più suggestivo dell’edificio. Il compositore ha dunque raccontato in musica le impressioni, gli incontri e le storie di quel tempo, vissute in quel locale. I brani sono stati tutti ispirati da eventi (come per esempio la battaglia dei Sassi Grossi di Giornico o il Sächseläuten di Zurigo) o da tradizioni (tango di Wassen) oppure ancora da poesie (Serenada in minur, ispirata ad un testo dialettale del poeta Giuseppe Arrigoni di Balerna). Il concerto del gruppo musicale di Marco Santilli si terrà domenica 3 settembre, alle ore 17, nel chiostro dell’Istituto Canisio di Riva S. Vitale (in caso di meteo sfavorevole nella vicina sala multiuso dello stesso Istituto). Sarà l’occasione per ascoltare qualcosa di veramente originale, di assolutamente eccezionale: un “mix” di musica classica e jazz. Qualcosa che… non capita proprio tutti i giorni. L’entrata al concerto sarà, come sempre, libera e gratuita. L’Associazione Settembre Musicale rivolge a tutti un caloroso invito al concerto.