Sui cantieri della LIA

0
500

(red.) LIA: era meglio prima o adesso stiamo meglio tutti?  Vediamo il caso della categoria dei falegnami. All’albo istituito dalla Legge cantonale sulle imprese artigianali (LIA) sono attualmente iscritte 54 ditte residenti in Italia, mentre quelle svizzere sono 122, di cui 5 residenti in altri Cantoni, a San Gallo, Lucerna e Uri; le altre in Ticino. Praticamente per ogni due aziende ticinesi iscritte ce n’è una attiva in Italia. Sono imprese artigiane che hanno superato con successo la non semplicissima procedura d’iscrizione (cfr. l’Informatore di venerdì scorso) che hanno pagato la tassa d’iscrizione di 600 franchi e che dunque possono entrare in Ticino a lavorare nei rami definiti dalla LIA sotto il  capitolo “opere da falegname”. Diverse le ditte d’arredo, altre posano infissi.



Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente esistente, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Utenti registrati
   
Nuovo utente?
*Indicare l'accettazione delle condizioni di servizio TOS
*Campo obbligatorio