Balerna, tra pressione e bientraitance

0
616

Volantini, servizi, interviste, vignette satiriche come se i fatti fossero accaduti ieri, ricostruzioni televisive. Il trattamento riservato dai mezzi d’informazione al caso di Balerna sta suscitando notevoli disagi tra chi lavora nelle case degli anziani, ai residenti e alle loro famiglie.  “Ci sentiamo tutti sotto pressione; mi chiedo a chi possa giovare questo clima”, dice all’Informatore il direttore delle case anziani cittadine di Chiasso, Fabio Maestrini. Maestrini riflette il sentimento dell’Associazione direttori delle case anziani della Svizzera italiana (ADICASI), in cui rappresenta le strutture del Mendrisiotto e Basso Ceresio insieme al direttore della “San Rocco” di Morbio.



Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente esistente, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
*Campo obbligatorio