Le speranze dei negozi di paese

0
721

Potevano anche essercene pochi, perché la crisi si trascina da anni e nessuno s’illude più di tanto. Invece c’erano tutti all’incontro promosso a Casa Astra dalla Fondazione youLabor di Chiasso e dal suo presidente Giorgio Comi. Sul tavolo le cifre rosse di molti bilanci ma anche il bisogno di condividere qualche speranza per il futuro. Chiuso il capitolo Crai, il fornitore principale, i negozi di paese stanno affrontando un futuro sempre incerto.



Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente esistente, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
*Campo obbligatorio