La tutela della Brusata

0
497

(red.) Fu una famiglia Fontana, fuggita da Verona, dalla persecuzione delle forze venete, la prima ad insediarsi lì. Era l’inizio del XV secolo. Ma pochi anni più tardi il nascondiglio venne scoperto ed incendiato: da quell’episodio deriva il nome della località, Brusata. Frazione di Novazzano che, nelle epoche successive, è riuscita a mantenere le caratteristiche di un nucleo ben riconoscibile e strutturato, preservato dagli “sviluppi dirompenti” che ha avuto il Mendrisiotto dal secondo dopoguerra in poi.Una conservazione riuscita, tanto che Brusata si trova dal 2005 nell’Inventario degli insediamenti svizzeri da proteggere, ISOS. Per questo il Consiglio di Stato nel 2007 non fu d’accordo quando il Municipio presentò norme di protezione poco differenti da quelle di un nucleo qualsiasi; e chiese maggiore rigore per tutelarne “i notevoli contenuti”: un piano particolareggiato di protezione (PP).  



Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente esistente, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Existing Users Log In
   
New User Registration
* TOS
*Campo obbligatorio