Le fusioni portano più cantieri?

0
969

• (red.) La riunione dei comuni in una sola città favorisce i nuovi insediamenti? La pressione fiscale relativamente più leggera stimola le iniziative? Quanto contano, nella scelta del luogo di residenza,  i servizi garantiti alla popolazione da una città che ne è tradizionalmente ben fornita? Insomma: le fusioni sono il volano dei cantieri, la fortuna degli impresari?



Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente esistente, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
*Campo obbligatorio