L’allegro sopravvissuto

0
830

• (red.) Si chiama Cere, abita a Melide, gli piacciono, come si può ben vedere, le tavolate allegre ed ha il compito di promuovere le bellezze del territorio che si specchia a sud del Ponte-diga, con un occhio di riguardo per Melide e il Monte San Giorgio.



Questo contenuto è riservato ai membri del sito. Se sei un utente esistente, effettua il login. I nuovi utenti possono registrarsi qui sotto.

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
*Campo obbligatorio